Assassin’s Creed III: La Tirannia di Re Washington – Il tradimento - Articoli

La seconda espansione della serie “La Tirannia di Re Washington” è stata rilasciata da Ubisoft ed è disponibile sotto forma di download digitale, su Xbox 360 al costo di 800 Microsoft Points e su PC e PlayStation 3 al prezzo di 9,99 euro.
In questa seconda parte dell’avventura: "Il tradimento", dovremo riuscire a evadere dalla prigionia nella quale siamo caduti al termine del primo episodio e aiutare la resistenza a contrastare il dominio di Re Washington e dei suoi fidati collaboratori, prima di salpare per New York, verso la battaglia finale con il tiranno.

“Colui che accresce la conoscenza, accresce il dolore”
La seconda espansione della serie “La Tirannia di Re Washington” è stata rilasciata da Ubisoft ed è disponibile sotto forma di download digitale, su Xbox 360 al costo di 800 Microsoft Points e su PC e PlayStation 3 al prezzo di 9,99 euro.
In questa seconda parte dell’avventura: “Il tradimento“, dovremo riuscire a evadere dalla prigionia nella quale siamo caduti al termine del primo episodio e aiutare la resistenza a contrastare il dominio di Re Washington e dei suoi fidati collaboratori, prima di salpare per New York, verso la battaglia finale con il tiranno.

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.

Il secondo episodio della serie “La Tirannia di Re Washington” va a completare l’avventura principale, aggiungendo nuovi sviluppi alla storia e nuove abilità, mai viste prima in Assassin’s Creed.
Una volta scaricato il secondo contenuto aggiuntivo “Il tradimento”, dal notevole peso di 1,21 Gb, entrando nel menu principale di Assassin’s Creed 3, alla voce: “La Tirannia di Re Washington”, avremo la possibilità di avviare la seconda parte dell’avventura.
Al termine di un breve trailer che ci ricorda quanto accaduto nel primo episodio, ci ritroveremo rinchiusi in una cella delle prigioni di Boston, dalla quale dovremo riuscire a evadere per scampare alla decapitazione ordinata da Re Washington e dal suo collaboratore Putnam. Grazie al potere dell’invisibilità, non ci vorrà molto per riuscire a liberarci dei carcerieri, recuperare le armi e liberare un capo indiano imprigionato.
Subito dopo l’evasione, avremo la possibilità di bere per la seconda volta l’infuso dell’Albero Sacro, intraprendendo un nuovo viaggio onirico, che ci permetterà di ricevere il Potere dell’Aquila. Se il Manto del Lupo si può considerare un potere letale, ma usurante per la vitalità del nostro personaggio, il Potere dell’Aquila ci consente di spiccare letteralmente il volo, saltando velocemente da un edificio a un altro, salendo vette mai raggiunte prima; avremo la possibilità di avventarci rapidamente sugli ignari soldati, non lasciandogli nemmeno il tempo di capire il perché della loro morte e con la stessa rapidità, abbandoneremo il campo di battaglia con pochi balzi, lasciando alle spalle orde di soldati in pochi secondi.
Durante i nove ricordi del secondo episodio, riusciremo a liberare Benjamin Franklin dal giogo mentale cui l’aveva costretto Re Washington, aiuteremo la resistenza a contrastare le milizie del Re e riconquistare la nave con la quale potremo dirigerci a New York, per la battaglia finale col tiranno.
Subito prima di salpare, ci troveremo nuovamente di fronte al fidato scudiero di Re Washington, Putnam, che nel frattempo ha catturato il capo indiano e ci intima la resa, pena, la morte dell’amico. Con i poteri animali acquisiti, ci vorranno solamente pochi secondi per assassinare Putnam e liberare l’amico.

Salpiamo alla conquista di New York

Questo secondo episodio, nonostante sia più breve rispetto al primo, mantiene le qualità già viste in precedenza, arricchendo la storia di particolari e introducendo una nuova abilità mai vista in precedenza; aggiunge, inoltre, tre nuovi obiettivi al titolo principale, andando ad allungare ancora una volta la longevità del contenuto.
La trama del secondo episodio è ben narrata, anche se, rispetto al precedente episodio, lascia un po’ di amaro in bocca, risultando troppo scontata in alcuni passaggi; sicuramente i ragazzi di Ubisoft avranno rimandato all’ultimo episodio i colpi di scena dell’avventura. Prepariamoci quindi ad un gran finale, che possiamo immaginare avrà come protagonista la piramide voluta da Re Washington e intravista negli istanti finali di questo episodio.
La realizzazione tecnica dal lato grafico e sonoro, si assesta sugli stessi livelli di Assassin’s Creed 3; ancora una volta l’Anvil Engine disegna una grafica di ottimo livello, con una menzione particolare agli ambienti del porto di Boston, molto suggestivi, che sembrano quasi anticipare le ambientazioni che ci potremo aspettare nel prossimo Assassin’s Creed IV: Black Flag.
Come sempre, il doppiaggio e la localizzazione in italiano sono curati e inerenti al contesto.
Il secondo DLC “Il tradimento” è da considerarsi un contenuto transitorio, che fa da ponte tra il primo DLC, “L’infamia” e il terzo, “La redenzione”, la cui uscita è prevista il 24 Aprile 2013.
L’acquisto di questo contenuto aggiuntivo è consigliato solamente a chi ha già giocato il primo DLC e ha intenzione di acquistare il terzo episodio; visto il costo totale dei tre DLC, che ammonta a 2400 MP, è consigliabile attivare il Season Pass, che, per la stessa cifra, offre la possibilità di scaricare tutti i contenuti aggiuntivi di Assassin’s Creed 3.