Yo-Kai Watch - Recensione

Raramente si assiste a fenomeni di massa talmente ampi da generare intere comunità, orde di fan e collezionisti, un merchandising che si va ad espandere in ogni settore, ed entrate di oltre 2 miliardi di euro. Eppure, Nintendo sta per lanciare in Europa una delle serie di successo più redditizie degli ultimi anni, fiduciosa anche qui del suo successo. Stiamo parlando di Yo-kai Watch, prodotto da Level-5 (Inazuma Eleven, Prof. Layton). Fino ad ora, solo in Giappone ed in America, la fortunata serie lanciata inizialmente nel 2013 ha venduto oltre 10 milioni di copie, 370 milioni di medaglie, 4,7 milioni di orologi, e ha prodotto una serie che attualmente vanta 110 episodi.
Ho stuzzicato la vostra curiosità?

 

 

C’è una ragione per tutto

Spesso, da piccoli, ci siamo posti diverse domande riguardo il comportamento nostro e delle persone a noi vicine. Come mai i genitori litigano sempre. Perché il mio migliore amico è stato così rude con me. Non ho voglia di far nulla, sono sempre stanco, cosa mi succede. Domande alle quali non abbiamo trovato risposta in quel determinato momento, e alle quali vi è una ragione ben precisa: gli Yokai.

Yokai non va erroneamente tradotto, sebbene molti li chiamino spettri. Gli Yokai sono Yokai, ben presenti e conosciuti nella tradizione Giapponese, meno altrove. Essi, secondo la mitologia, sono delle manifestazioni talvolta malevole e che operano per ragioni sconosciute. Possono mischiarsi facilmente agli umani ed influenzarli sia positivamente che negativamente.

La vita del protagonista, un semplice bambino (o bambina) delle elementari, si ritroverà completamente cambiata nel momento in cui troverà uno strano distributore di chewing gum, di quelli con la moneta e la leva da ruotare, con però all’interno delle strane sfere. Una volta aperta una, vi troverà uno Yokai maggiordomo di nome Whisper (Sussurro), pronto a seguire il protagonista in lungo e in largo ed offrire i suoi servigi come ringraziamento per averlo liberato.

Whisper regalerà così uno Yo-Kai Watch, uno strumento radar per trovare gli Yo-Kai che vivono intorno a noi. Cosa che risulterà molto utile, nel momento in cui si verrà a scoprire che molti di essi influenzano completamente le nostre vite a nostra insaputa, trasmettendoci rabbia, buonumore, tristezza, ma andando anche a farci sentire fame, renderci carichi di energia o lasciarci lì a fissare il vuoto. Ogni strana azione si manifesta durante le nostre giornate sarà quindi, molto probabilmente, opera di uno Yo-Kai trovato lì per qualche motivo.

Da quel momento, tutto quello che il protagonista aveva visto e creduto di sapere verrà ribaltato da questa incredibile rivelazione, che lo porterà a conoscere e scoprire centinaia di Yo-Kai diversi, affrontare continue battaglie, aiutare gli abitanti della città di Valdoro e mandare a monte i piani di Yokai malvagi.

 

yokai_3ds

 

Parliamo del gioco

È quasi una sfida parlare del gioco senza risultare banali, in quanto seppur la giocabilità di Yo-Kai Watch offra un’ottima facilità di apprendimento e di utilizzo, seguendo uno schema lineare, la presenza di numerose attività e di personalizzazioni del gameplay, spesso anche di nuove e sbloccabili man mano che si procede con la trama, portano il gioco a risultare vasto e variegato, offrendo al giocatore la possibilità di scegliere come giocare e come impiegare il suo tempo.

In linea di massima, il gioco è suddiviso in capitoli, ognuno con una trama differente dove andremo ad affrontare una modalità storia che sarà uguale per tutti i giocatori, più varie attività e missioni secondarie che porteranno al giocatore punti esperienza ed oggetti. Tenendo d’occhio la giornata, suddivisa tra dì, pomeriggio, e notte, esplorare la cittadina di Valdoro significherà scegliere a quale attività dedicarci oppure lasciarci guidare dal caso. Se la caccia agli insetti farà al caso vostro, potrete esplorare le varie zone della città, guardando dappertutto: tra gli alberi, dentro i distributori automatici, sotto le macchine, in mezzo all’erba, così da trovare insetti normali e rari da catturare premendo l’apposito pulsante con un buon tempismo. Allo stesso tempo, il nostro orologio reagirà anche alla presenza degli Yo-Kai, che potranno essere scovati nelle zone appena descritte per mezzo di una speciale lente, ed attaccheranno il giocatore una volta disturbati. Alcuni potranno addirittura trovarsi in giro per la città, camuffati in mezzo alla gente comune, ed anche qui l’orologio fa da bussola, emettendo un suono in prossimità di essi e muovendo la lancetta verso la zona rossa man mano che ci avviciniamo. Attenzione al rango, che va da E a salire fino ad S, in quanto il nostro orologio potrà trovare solo Yokai del suo stesso rango, ma non superiore. Occorrerà quindi trovare i pezzi adeguati e fare un aggiornamento dello stesso per poter proseguire nell’avventura. A fine capitolo, spesso e volentieri dovremo affrontare un Boss, che potrà essere più o meno difficile da sconfiggere, durante il quale il giocatore dovrà tenere gli occhi aperti e capire le sue azioni così da capire come, quando, e dove attaccare ed aspettarsi relative contromosse.

yokai_malonyan

 

Gotta catch… ehm… Friend’em All

Pronti a catturare tutti gli Yokai? Scordatevelo.

Non sono animali da battaglia, né tantomeno possono essere di vostra proprietà. Ogni Yo-Kai ha una storia alle spalle ed una personalità, e la maggior parte comunica con un Italiano perfetto.
Non potrete quindi catturarli, ma potreste tentare di farvi valere durante le battaglie, e magari viziarli un po’ con del buon cibo che, si sa, è il mezzo migliore per farsi tanti amici. Come appena detto, infatti, si parla di pura amicizia. Dopo le battaglie, alcuni Yokai potranno rimanere affascinati dal modo in cui avete condotto la battaglia, o ammaliati dal cibo che gli avete dato, e vi chiederanno di fare amicizia.
Un’amicizia con uno Yokai significa poterlo chiamare in qualsiasi momento ed esservi accanto quando serve. Ecco perché vi rilasceranno una medaglia, perfettamente compatibile con il vostro Watch, così da poterla collezionare ed utilizzare per fare il vostro team perfetto.

Esso è composto da sei Yokai distribuiti in ruota. I tre davanti saranno quelli che attaccheranno l’avversario, mentre quelli dietro rimangono in panchina. È possibile girare la ruota e posizionare gli Yokai in fronte in qualsiasi momento, seguendo un po’ di strategia.

Ogni Yokai appartiene ad una tribù, così come noi del Tribe. Ma mentre noi apparterremo alla tribù dei videogiocatori, gli Yokai apparterranno invece a quella degli Audaci, gli Yokai più coraggiosi ed eroici, quella dei Misteriosi, Yokai dalle movenze e pensieri indecifrabili, i Tosti, dalla mente tenace e dal corpo possente, gli Splendidi belli da abbracciare, e ancora Generosi, Oscuri, Spaventatutti e Sfuggenti. Tenetene conto mentre formate il team, perché se due Yokai della stessa tribù avranno un leggero vantaggio, formatene tre ed otterrete una Unione, che andrà ad aumentare una particolare statistica del team.

Se infatti gli Yokai attaccheranno automaticamente, ciò non vuol dire che il giocatore non avrà nulla da fare, anzi. Conoscere e maneggiare bene le caratteristiche e le statistiche degli Yokai in battaglia barrerà la linea tra la vittoria ed una sconfitta. I nostri amici avranno diverse caratteristiche, essendo più resistenti o più vulnerabili ad elementi quali il fuoco, l’acqua, il tuono, la terra, il ghiaccio, il vento, ed infine il vortice. Essendo poi il gioco di stampo RPG, gli Yokai acquisteranno punti esperienza e saliranno di livello, cosa che influenzerà anche gli attacchi, la difesa, ma anche velocità e la spiritualità del personaggio, quest’ultima utile per le mosse Energimax, utilizzabili solo con la barra spirito al massimo, che garantiranno dei rapidi mini-giochi seguiti da uno speciale attacco che causerà effetti personalizzati a seconda dello Yokai.

Sarà possibile anche incantare ed essere incantati. L’incanto ha effetti positivi o negativi. Se uno dei nostri Yokai verrà incantato con un effetto negativo, occorre purificarlo, girando la ruota e mandando lo Yokai in panchina e toccando l’apposita icona, seguita da un mini-gioco. Il tutto senza che l’azione di gioco venga interrotta. Infine la modalità Bersaglio ci permetterà di “pinnare” un avversario od una particolare sezione del corpo di un boss, così da puntare gli attacchi solo sul nostro pin appena messo. Risulterà utile anche nel caso di globi luminosi e casuali, che se pinnati ci regaleranno qualcosa di utile come oggetti o salute extra.

yokai_watch

 

Posti da visitare, e tantissime attività da svolgere

Durante le battaglie, potranno essere utilizzati alcuni oggetti come ad esempio il cibo, che potrà essere usato sia per curare gli HP o gli SP dei nostri Yokai, sia per tentare di farci amico uno Yokai sfidante. Oppure potremo utilizzare delle bambole di fuga per fuggire dalle battaglie condannate ad esser perse. A parte questo, il nostro team non ripristinerà l’energia. Per quello dovremmo recarci in un Superpiù, ipermercato dove acquistare buona parte degli oggetti più comuni, e trovare un Fiammocchio, spiritello con un occhio solo che ci permetterà di riacquistare le energie perse e visionare e scambiare le nostre medaglie così da comporre un nuovo team.

Oltre ai Superpiù, diverse altre locazioni permetteranno all’utente di attivare Streetpass per ospitare nuovi Yokai, o una zona password per ricevere doni da internet.
Streetpass non sarà poi l’unico metodo per comunicare all’esterno. Saranno presenti infatti delle battaglie via Wireless per dimostrare chi è il più forte ed abile nella lotta, durante le quali non sarà possibile utilizzare oggetti.

Tra le altre zone e possibilità presenti, bisogna citare Fratello Zen che permetterà di fondere insieme Yokai e oggetti. Sarà possibile accedere nuovamente allo Slot-Kai, il distributore trovato all’inizio della nostra storia, dove inserendo speciali monete Slot-Kai oppure utilizzando 10 monete di gioco si potrà ricevere uno Yo-Kai o un oggetto, ma solo per tre volte al giorno!

Sparse per le varie zone, vi saranno varie missioni secondarie divise per missioni e favori, le prime soddisfatte una volta completata la richiesta, che regaleranno oggetti e punti esperienza, mentre le ultime ripetibili a seconda del favore richiesto.

Ed ancora, vi è anche presente una modalità chiamata Terrore Oscuro, letteralmente una modalità da brividi che potrà accadere in alcune fasi di gioco, dove verremo inseguiti da un terribile Oni e dove il titolo assume addirittura un tipo di azione Stealth, dove più il giocatore sarà ingordo, tentando di collezionare delle speciali casse che daranno oggetti esclusivi, e più il numero di seguaci dell’Oni riempirà la mappa, rendendo facile il farci scovare, e costringendoci a ricominciare da zero nel caso ci raggiunga (e di conseguenza ci sconfigga).

Come avrete ormai intuito vi sono innumerevoli cose da fare, e non ho ancora citato i vicoli, zone pericolose dove gli Yokai diventano Yo-criminali da scovare e sconfiggere, o le aree con dei puzzle da risolvere, o le porte chiuse che si aprono solo se il rango del nostro Watch corrisponde, e via dicendo.

 

yokai_boss

Perché funziona

Essendo il target principale mirato ai bambini tra i 7 ed i 9 anni, Yo-kai Watch riesce nell’intento di creare interesse e, per alcuni, dipendenza per via dell’immediatezza e semplicità sia della serie che dei combattimenti. Il fattore collezionismo, che porterà il giocatore a farsi amici centinaia di Yokai non è da sottovalutare. Anche per questo, non si può assolutamente non tirare in ballo la serie Pokémon, fino ad ora vero cavallo di battaglia di Nintendo, e ultimamente persino sovrastata dal nuovo fenomeno Yokai. Una ricerca di mercato condotta da Nintendo in sette paesi ha portato alla luce delle informazioni, secondo le quali le caratteristiche di Yo-Kai non solo sono più forti rispetto a quelle di Pokémon, per via della loro unicità, ma soprattutto il target non sembra essere interessato a fare il confronto tra i due, trovandosi completamente a suo agio con la filosofia Yo-Kai dove ad ogni stranezza che avviene nella vita ci si collega quindi l’opera di uno Yokai.

Nonostante questo, il target diventa incredibilmente ampio se si contano anche gli appassionati di Manga e Anime di qualsiasi età, attratti dallo stile unico del titolo, dai colori sgargianti e dalle numerosissime attività e potenzialità che offre.

Andando oltre il videogioco, occorre citare l’attività legata alle medaglie (quelle fisiche e reali, acquistabili separatamente). Esse sono infatti divise in Classiche, Laminate (15% del totale) e
Leggendarie (solo il 2% del totale), ed oltre al valore del collezionismo in sé aggiungono anche molteplici modalità di gioco, grazie allo Yo-Kai Watch, il giocattolo da polso, e le varie App in uscita per Smartphone che visualizzeranno gli Yokai con una modalità AR.

Conclusione

Yo-Kai Watch è la serie che fa splendere Level-5, grazie a scene animate, un character design fantastico, un gameplay innovativo e non banale, e una incredibile ricerca e cura nei dettagli. La sensazione palese è quella di trovarsi di fronte a qualcosa di grande, ricercato e pianificato, che si espande in ogni possibile direzione senza trovare fine. Una sensazione che si era persa in questi ultimi anni, per via della poca innovazione, ed per via di un mercato che punta sui grandi marchi, sui remaster e sull’effetto nostalgia. Yo-Kai Watch arriva con forza, si impone sul mercato con una freschezza e vivacità inaudite, spazzando via dalle classifiche anche i brand più famosi, per quella che sembra essere una delle serie più promettenti da qui ai prossimi anni.

  • Character Design fantastico

  • Ottima varietà di gameplay

  • Musiche azzeccate

  • Enorme cura nei dettagli

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.