Monster Hunter World sarà più accessibile ma non scontenterà i fan hardcore della saga

Yuya Tokuda, director di Monster Hunter World, ha spiegato in una recente intervista a Playstation Magazine UK l’obiettivo che si è posta Capcom per il gioco. Trattandosi del primo capitolo della serie su console dopo anni di portatile, per molti giocatori sarà un’esperienza nuova. Per questo motivo Capcom vuole venire incontro a questi giocatori per creare un’esperienza accessibile cercando però di non scontentare i fan storici che vogliono elementi hardcore:

“Non vogliamo che i giocatori abbandonino il gioco poco dopo l’inizio, sopraffatti da aspetti troppo complessi. Il cuore del gameplay non lo stiamo cambiando, lo stiamo solo rendendo più accessibile il percorso necessario per arrivarci. Non vogliamo che i neofiti mollino prima di arrivare al meglio che Monster Hunter World ha da offrire. Vogliamo che l’esperienza di gioco sia più flessibile senza però semplificarla. Stiamo mantenendo tutti gli aspetti più complessi lasciando tuttavia al giocatore la libertà di decidere come interagire con essi.”


Un nuovo mondo ti attende! Vesti i panni di un cacciatore e uccidi mostri feroci in un ecosistema rigoglioso, dove potrai sfruttare il paesaggio e i suoi abitanti per avere la meglio. Caccia da solo o in cooperativa con un massimo di altri tre giocatori: usa i materiali raccolti dai nemici abbattuti per forgiare un equipaggiamento migliore e lanciarti contro bestie ancora più grandi e selvagge!

Monster Hunter: World è un videogioco che appartiene alla serie del genere , sviluppato da e pubblicato da per , , .

La data di uscita di Monster Hunter: World è il 26 gennaio 2018 per PC, Playstation 4, Xbox One.

4 Commenti a “Monster Hunter World sarà più accessibile ma non scontenterà i fan hardcore della saga”

  1. Macchiaiolo on

    Lo dicevo dai primi video che era stato semplificato.
    Chi come me ha un bagaglio di centinaia di ore su qualsiasi capitolo (arrivando a toccare punte di 300/400 ore su alcuni), lo aveva notato fin dai primi giocati.
    Hanno voluto renderlo più appetibile per il popolo occidentale che ha necessità di divertimento immediato e non è abituata al grinding e farming selvaggio e spesso sconfortante delle produzioni orientali.

  2. adenosina on
    Macchiaiolo

    Lo dicevo dai primi video che era stato semplificato.
    Chi come me ha un bagaglio di centinaia di ore su qualsiasi capitolo (arrivando a toccare punte di 300/400 ore su alcuni), lo aveva notato fin dai primi giocati.
    Hanno voluto renderlo più appetibile per il popolo occidentale che ha necessità di divertimento immediato e non è abituata al grinding e farming selvaggio e spesso sconfortante delle produzioni orientali.

    guarda più accessibile non significa necessariamente che il gioco abbia perso quella vena caratteristica che lo ha accompagnato fino ad adesso. Secondo me questo mh sarà semplicemente più morbido all'entrata proponendo magari più missioni di basso livello e avendo una curva di crescita meno ripida

  3. Macchiaiolo on
    adenosina

    guarda più accessibile non significa necessariamente che il gioco abbia perso quella vena caratteristica che lo ha accompagnato fino ad adesso. Secondo me questo mh sarà semplicemente più morbido all'entrata proponendo magari più missioni di basso livello e avendo una curva di crescita meno ripida

    MH non ha nessuna curva di crescita.
    L'unico scalino vero c'è nell'end game.
    Che abbiano semplificato il sistema è palese anche a chi ha solo provato il gioco.
    Cambio di build durante la missione, guarigioni in corsa, raccolta durante la corsa, ecosistema come alleato, radar per trovare il mostro fin dall'inizio, numero di danno inferto sono semplificazioni, non ammorbidimenti.
    Avevano bisogno di sfondare in occidente e il sistema vecchio giapponese non andava bene. Un'altra IP orientale sacrificata in nome dell'occidentalizzazione, avanti la prossima.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.