La chiusura di Telltale Games è stata causata dall’abbandono di un finanziatore

Il flop commerciale di quasi tutti i videogiochi di Telltale Games non sembra essere l’unico motivo dietro la bancarotta dello studio.

Nuovi retroscena sulla chiusura di Telltale Games: tutti i giochi sono stati un flop commerciale

Dan Conners, co-fondatore di Telltale Games, ha infatti rivelato a Variety che il colpo di grazie è arrivato con l’abbandono di un grande investitore:

“Stavamo lavorando per ottenere nuovi fondi. Sfortunatamente, quando l’ultimo potenziale finanziatore si è bruscamente tirato indietro, non ci è rimasta altra scelta che terminare la produzione. È triste, tutti stavano lavorando sodo per mantenere la compagnia in attività, ma quando l’ultimo potenziale partner ci ha lasciati non ci sono rimaste altre opzioni.”

L’identità di questo finanziatore non è stata rivelata, ma i rumour puntano tutti a Lionsgate, la compagnia cinematografica dietro film come Hunger Games, John Wick e molti altri. Sembra infatti che Telltale Games e Lionsgate fossero vicine a stringere un accordo per la realizzazione di nuovi videogiochi basate sulle varie IP cinematografiche della casa produttrice, ma alla fine si è chiuso con un nulla di fatto.

2 Commenti a “La chiusura di Telltale Games è stata causata dall’abbandono di un finanziatore”

  1. stefano.pet on

    Purtroppo una software house deve reggersi sulle vendite dei propri prodotti non sui finanziatori dei nuovi progetti. Così ti troverai sempre che la prima volta che non ti finanziano esci di scena, come è successo. Evidentemente sono stati costretti ad agire così da vendite flop, ma, almeno da parte mia, il loro far uscire i giochi a episodi non ha fatto mai comprare i loro prodotti al d1, pur adorandoli. Diciamo che i motivi del loro fallimento sono tanti.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.