Assassin’s Creed Unity – Ubisoft è molto attenta alla veridicità storica

Inoltre qualche dettaglio sulla personalizzazione di Arno

Con la serie Assassin’s Creed, Ubisoft ha sempre prestato una particolare attenzione alla veridicità storia degli eventi narrati e con Unity la software house francese non vuole essere da meno. Lo ha spiegato il senior producer di Assassin’s Creed Unity, Vincent Pointbriant, in una recente intervista.

“La storia è il nostro campo da gioco. Cerchiamo di essere storicamente accurati ma quando troviamo un buco o qualcosa che non documentato bene cerchiamo di sfruttarlo al meglio. In caso contrario, cerchiamo di rispettare la storia e proviamo a spiegare le cose che sarebbero potute accadere. La rivoluzione francese è un periodo molto compeltto, non ci sono vincitori e vinti. Ci sono diversi eventi durante la rivoluzione che non sono semplici da spiegare, così ciò che facciamo è usare la rivoluzione francese come un background per la storia riguardante Arno, un personaggio che ricorderà Forrest Gump. Non sarà coinvolto in prima persona nella decapitazione di un re o di qualcosa di simile, ma sarà un testimone diretto degli eventi.”

A proposito di Arno, il direttore creativo di Assassin’s Creed Unity, Alex Amancio, ha spiegato che il team di sviluppo ha dedicato molte risorse nella personalizzazione delle armi e di un sistema economico più curato.

“Quest’anno introdurremo un sistema di personalizzazione delle armi molto profondo. Tutte le armi e gli e le armi che potete comprare nel gioco hanno un grande impatto sul gameplay e il giocatore sentirà il bisogno di personalizzare come meglio crede Arno per farlo diventare un maestro assassino.”


Assassin’s Creed: Unity è un videogioco che appartiene alla serie del genere sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Assassin’s Creed: Unity è il 13 novembre 2014 per Playstation 4, Xbox One.

7 Commenti a “Assassin’s Creed Unity – Ubisoft è molto attenta alla veridicità storica”

  1. JanderSunstar on

    Diciamo che è una veridicità un pò tirata per i capelli dato che in teoria sarà il personaggio di Arno a far accadere molte cose in un senso o nell'altro, non credo che saremo spettatori di eventi che non potremo modificare in alcun modo, o no??

    In ogni caso spero che oltre alla veridicità storica della Revolution abbiano lavorato almeno una mezzoretta sul senso della storia di Assassin's Creed sia nel passato che nel presente-futuro in cui si muovono i personaggi fuori dall'Animus perchè altrimenti uscirà una porcata di trama come sono stati gli ultimi due (parlando sempre della parte fuori Animus e in particolare in Black Flag dove faceva proprio schifo).

  2. glenkocco on

    Ma non è importante la veridicità, è importante che ci siano una storia e un contesto scritti bene.

    oddio, non sono d'accordo. nel senso, è chiaro che se gli avvenimenti del gioco sono causati dagli assassini non sarà veritiero, ma dal momento che basano tutta la saga su fatti realmente accaduti (almeno così mi pare di aver capito, non li ho mai giocati), è doveroso che questi siano fedeli agli originali. poi è chiaro che il gioco necessita di storia e contesto ben scritti per legare gli assassini alla vicenda in modo ragionevole e interessante. Anzi, credo sia ancora più bello vedere come la storia degli assassini si incastri BENE nella storia reale del nostro mondo.

  3. SkolcStrife on

    Ma infatti l'obiettivo è quello fin dai primi,far "pensare" al giocatore che quasi tutti gli avvenimenti storici fino ad oggi siano dati dalla guerra assassini-templari,che tutt'ora impazza là fuori…XD

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.