Street Fighter 30th Anniversary Collection - Recensione

Uno dei fenomeni che più apprezzo dell’attuale panorama culturale videoludico è l’attenzione sempre crescente nei confronti di “ciò che fu”, le genesi e il percorso fatto di tantissime perle che hanno preceduto la generazione attuale e tutte quelle che in futuro verranno. Questo ha portato alla riscoperta di piccoli e grandi capolavori ormai dimenticati, molti dei quali “ballarono una sola estate” e poi furono dimenticati. Altri invece furono così iconici, così clamorosamente di successo che non passarono mai all’oblio ma, anzi, sono stati celebrati fino ad oggi con rivisitazione e sequel: uno degli esempi più eclatanti è senza dubbio la serie Street of Fighter, ormai trentenne. Per il suo compleanno, mamma Capcom festeggia con la 30th Anniversary Collection: shoooooooryukeeeeeeeen!

Roda da museo

Sono dodici le varie versioni di Street Fighter incluse in questa raccolta ma, perdonateci, ve parleremo tra poco, ora preferiamo soffermarci su tutti i bellissimi extra destinati a fare la gioia di tutti i fan della serie: un museo digitale con centinaia di contenuti fantastici. La nascita della serie, con le prime idee, i primi progetti, bozze e layout, la cronologia dettagliata dal 1987 di tutti gli eventi che hanno caratterizzato le release a partire dal primo Street FIghter corredata da centinaia di immagini, le schede e le biografie di tutti i personaggi della serie, tutte le musiche dei titoli della collection e tanto altro non possono non mandare in brodo di giuggiole anche l’appassionato più tiepido. Visita al museo di Street Fighter, dunque, obbligatoria per tutti!

Sulla Strada

Come abbiamo anticipato più su, gli Street Fighter giocabili sono dodici: Street Fighter, Street Fighter 2 nelle versioni World Warrrior, Champion Edition e Hyper Fighting, Super Street Fighter 2 e Super Street Fighter 2 Turbo, i tre Street FIghter Alpha e le tre versioni di Street FIghter 3. Per molti le differenze tra le diverse versioni potrebbero apparire minime ma la raccolta è decisamente orientata ai grandi appassionati della serie nati e cresciuti aspettando e apprezzando tutte queste piccole differenze, arrivate in certi casi dopo pochissimi mesi. Dopo 30 anni sembra quasi inutile soffermarci troppo su ogni singolo titolo, piuttosto quali sono le opzioni previste. Dal punto di vista dell’emulazione video c’è una punta di delusione perché ci saremmo aspettati qualche opzione in più, sia in relazione ai filtri video disponibili sia alle opzioni dello schermo. Nel primo caso ci sono solo due filtri, TV e Arcade, che aggiungono un effetto scanline tipico dei CRT dell’epoca, assolutamente consigliato, mentre nel secondo caso è possibile regolare le dimensioni dello schermo, anche un inutile 16:9 che deforma orribilmente l’immagine, e se attivare o meno dei bordi nel caso si scegliesse il 4:3 come proporzione. Manca dunque qualsiasi tipo di effetto antialiasing, fusione pixel o la possibilità di regolare la curvatura dello schermo, come ad esempio abbiamo piacevolmente provato nella recente Sega Mega Drive Classic. Non sono certamente delle mancanze che pregiudicano l’esperienza di gioco ma non possiamo nascondere che ci sarebbe piaciuto averle in una raccolta di questo livello. È possibile riconfigurare la mappatura del controller ma c’è da sottolineare come il gioco non permetta di assegnare le mosse speciali ad un singolo tasto e non vengano riconosciuti come pulsanti R3 e L3. Abbiamo riscontrato dei problemi con gli arcade stick in versione PS4 (la versione da noi testata) dal momento che la funzione “start” è assegnata in default al pulsante touch pad: un update del software si rende necessario. Sono quattro i titoli che prevedono il multiplayer online: Street Fighter Hyper Fighting, Super Street Fighter 2 Turbo, Street FIghter Alpha 3 e Street Fighter 3 Third Strike. Le modalità previste sono le canoniche classificate e libere, è possibile entrare in quattro nella lobby e assistere ai match.

Invito alla festa di compleanno

Poteva essere perfetta ma non lo è, Street Fighter 30th Anniversary Collection però ci va davvero vicino proponendo un’offerta ludica straordinaria non solo per gli appassionati e una mole spaventosa di extra da esempio per tutti i titoli simili che verranno dopo. Ad un prezzo molto interessante, soprattutto per PS4 e Xbox One, è una raccolta da avere nella propria collezione.

  • Dodici street fighter leggendari

  • Museo della serie completisismo

  • Gameplay invecchiato benissimo

  • Modalità online ben strutturata

  • Mancano opzioni video all'altezza

  • Configurazione del controller limitata

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.