Final Fantasy X|X-2 HD Remaster - Recensione

Dopo essere stato annunciato nel 2011, Final Fantasy X|X-2 HD Remaster è finalmente disponibile per PS3 e PS Vita. I nostri Gianmarco "St Jimmy" Forcella e Marco "MarkoDeeJay" Licandro hanno fatto un tuffo nel passato per vedere se le avventure di Tidus, Yuna e soci sono ancora in grado di trasmettere emozioni a distanza di dodici anni.

Dopo essere stato annunciato nel 2011, Final Fantasy X|X-2 HD Remaster è finalmente disponibile per PS3 e PS Vita. I nostri Gianmarco “St Jimmy” Forcella e Marco “MarkoDeeJay” Licandro hanno fatto un tuffo nel passato per vedere se le avventure di Tidus, Yuna e soci sono ancora in grado di trasmettere emozioni a distanza di dodici anni.

Listen to my Story

Final Fantasy X è passato alla storia come L’ultimo vero Final Fantasy per alcuni fan della serie, prima dell’arrivo del XII o della saga del XIII. La storia racconta le avventure di Tidus, che è stato spedito 1000 anni avanti nel tempo, nel continente di Spira, al fianco di Yuna e dei suoi guardiani nel tentativo di fermare e sconfiggere Sin, un mostro che non fa altro che portare caos e distruzione da secoli. Per quanto riguarda il X-2, onde evitarvi spiacevoli spoiler, ci limitiamo a dirvi che avrà come protagonista Yuna, assieme a Rikku (personaggio già presente nel X) ed una new entry.
Il vantaggio di questa HD Remaster è, oltre al fatto che contiene le versione International (uscite solo in Giappone, quindi inedite, che contengono contenuti extra), è senza ombra di dubbio la presenza di un nuovissimo audio-dramma di trenta minuti, concepito proprio per questa release, che ha luogo due anni dopo gli eventi narrati in Final Fantasy X-2.

ATB e combattimenti a turni

Naturalmente, essendo una riedizione dei due titoli con una grafica migliore, Square-Enix ha lasciato intatte tutte le meccaniche legate al gameplay. 
Tra i due capitoli sono presenti alcune differenze a causa delle differenti meccaniche dei giochi: ad esempio, nel primo il battle system è a turni (con tanto di tabella che mostra i turni in alto a destra) mentre nel secondo questo è sostituito dal classico sistema ATB o come anche il job system, prerogativa delle avventure del trio femminile.
L’unica cosa che forse si poteva aggiungere poteva essere la possibilità di saltare le cut-scene, assente nella versione originale ed anche in questa nuova versione.
In sostanza quindi, tutto ciò che Square-Enix aveva proposto dieci anni fa con Final Fantasy X e Final Fantasy X-2 è rimasto invariato.

Turbo-Grafica

Se Final Fantasy X e Final Fantasy X-2 erano ottimi dal punto di vista grafico già al loro primo debutto circa dieci anni fa, questa riedizione li fa avvicinare e paragonare quasi a delle produzioni sviluppate solo su Playstation 3. Sebbene solamente i modelli poligonali di Tidus, Yuna, Rikku e Paine siano stati rifatti da zero, le texture del paesaggio sono di una qualità nettamente superiore ad una semplice edizione in alta definizione (es.: Metal Gear Solid HD Collection). È come se il motore grafico dell’epoca fosse stato riapplicato su Playstation 3, sfruttando un po’ anche le potenzialità di questa macchina per migliorare ulteriormente l’output.
Tutta la colonna sonora, nonché il doppiaggio, ha subito il processo di rimasterizzazione, con un risultato notevole: peccato che in alcuni casi le voci del gioco sembrino fuori tempo con il labiale dei personaggi.

Se non avete avuto modo di giocare all’epoca a questi titoli, o comunque lo avete già fatto, vi consigliamo assolutamente di comprare questa HD Remaster: non vi pentirete assolutamente dell’acquisto

2 Commenti a “Final Fantasy X|X-2 HD Remaster”

  1. SkolcStrife on

    Recensione in perfetta sincronia con il mio pensiero.Parlando dal punto di vista squisitamente "rimasterizzazione in HD",davvero per me era quasi impossibile fare di meglio.Anch'io sono rimasto sbalordito dalle texture dei paesaggi ecc.. Non è assolutamente l'ennesimo upscale in HD con qualche miglioria in qua e in là.E' veramente un "già-gioiello" che era,rilucidato ancora meglio.Tante cose le hanno rifatte da 0 (come le interfacce grafiche dei menu ecc.).Per me per esser perfetto,doveva poter dare la scelta di selezionare anche le musiche originali.(Challenge per esempio è l'unica rivisitata che mi ha fatto davvero schifo).Rimane comunque un ottimissimo lavoro,tanto che a volte,pensi mentre ci giochi che fatto così può sembrare davvero un titolo nato su PS3.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.