F1 2019 - Recensione

Codemaster è da decadi sinonimo di “racing game” per una buona fetta degli appassionati delle quattro ruote. In modo speciale, la software house britannica è quasi direttamente associata alla saga F1, da tempo immemore punto di riferimento degli appassionati del settore. Quest’anno, il titolo è arrivato sugli scaffali due mesi prima rispetto all’uscita del precedente capitolo, portando con se non solo team, piloti, macchine e piste ufficiali del mondiale in corso ma anche alcune  novità. Ma andiamo con ordine!

F1 2019 è un racing game teso alla simulazione e che abbraccia la seguitissima disciplina sportiva della Formula 1. La saga, da tempo punto di riferimento degli appassionati della competizione, è andata di anno in anno modificandosi, presentando ad ogni nuova iterazione alcune novità. Il primo particolare che è possibile notare avviando F1 2019 la prima volta, è un certo impegno che è stato profuso nell’estetica generale del gioco. A partire dai menù, che hanno compiuto un passo in avanti rispetto al passato e sono un po’ meno “ingarbugliati” rispetto alle precedenti iterazioni. Ma le novità non finiscono qui: avviando la modalità carriera, cuore pulsante del titolo, noteremo subito la prima reale novità a livello contenutistico, ovvero l’introduzione della categoria cadetta F2. La nostra carriera inizierà infatti nella serie “inferiore” e sarà tesa com’è lecito attendersi, alla promozione alla serie successiva.

La novità è sicuramente apprezzata, anche perché nel corso di (purtroppo poche) gare saremo chiamati a prendere decisioni in una simil-storia romanzata che si svolge sulle piste di Formula 1. Infatti, nell’arco di tre o quattro gare, dovremo ad esempio scegliere se far passare il proprio compagno di squadra o affrontare una battaglio al cardiopalma per la prima posizione contro un avversario piuttosto arduo. Le decisioni attiveranno una sorta di sistema “bene/male” che ci porterà a diventar “amici” o “nemici” dei piloti nella stagione, che andrà anche a modificare le attività di contorno al “semplice” gareggiare (come ad esempio le interviste). L’introduzione di una storyline, ovviamente minima e con tutti i limiti dettati dallo sfondo sportivo del titolo, è sicuramente apprezzata. Ed è probabilmente la direzione giusta che dovrebbe prendere il gioco per rinnovarsi e reinventarsi completamente.

F1-201

Purtroppo, una volta finita questa sezione introduttiva, l’approdo e la conseguente carriera in Formula 1 procederanno come al solito: armati di guanti e volante, ci imbarcheremo in un lungo viaggio, stagione dopo stagione, alla ricerca della squadra perfetta, che valuterà anche il tipo di comportamento fuori e dentro la pista, e ovviamente della vittoria. La carriera sarà arricchita anche da trasferimenti dei piloti e qualche piccola aggiunta atta a rendere più verosimile l’esperienza, seppur in sostanza sarà molto simile a quella delle passate edizioni e senza nessuna novità davvero sconvolgente. In generale, guardando anche ad altre produzioni sportive che hanno ormai da tempo abbracciato una modalità storia più dettagliata e narrata, F1 2019 sembra ancora un po’ indietro nell’inserimento stabile di una sezione narrativa da contorno alla pura competizione, seppur qualche passo in questo senso sia stato fatto.

Oltre alla modalità carriera, ci saranno le classiche attività extra previste in ogni episodio della saga racing: la modalità Grand Prix ci consentirà di creare le nostre corse in base ai gusti personali, oltre che alla possibilità di affrontare 20 campionati “reali” differenti, tralasciando quindi l’esperienza più articolata della carriera in favore di un approccio più meramente concentrato sulle corse. Presente anche in quest’edizione la modalità Trial dove, semplicemente, selezioneremo una pista e la “domeremo” direttamente, senza fronzoli. Novità dell’edizione di quest’anno, sarà lo “Showroom”, una sorta di enciclopedia dove sarà possibile accedere a tutta una serie di interessanti informazioni sui bolidi che faranno capolino nel gioco, e la modalità “Teatro”, che fungerà da raccoglitore dei nostri migliori highlight e con il quale potremo vedere i nostri replay speciali a iosa. Un mondo a parte sarà invece la modalità online, da sempre uno dei punti di forza della produzione: in F1 2019, oltre ai soliti match ufficiali o meno, ci saranno degli eventi speciali a cui sarà possibile partecipare e addirittura campionati e leghe piuttosto lunghe che faranno la felicità dei giocatori. In aggiunta, sarà anche possibile customizzare la propria vettura e il proprio alter ego virtuale.

F1-201

Da un punto di vista più meramente meccanico, F1 2019 è al solito ad uno standard davvero elevato. Con l’aggiustamento di una serie piuttosto vasta di opzioni, sarà possibile trasformare il gioco da pseudo-arcade a simulativo, con punte che potrebbero toccare “l’autolesionismo”. Le auto saranno maneggevoli il giusto e concretamente anche alle condizioni di gara e della pista. E’ da sottolineare anche una intelligenza artificiale notevole e che si adeguerà in modo realistico alla nostra presenza sulla pista, anche se non priva di qualche difetto (capiterà alle volte che i nostri avversari “computerizzati” applichino delle strategie estremamente rischiose pur di superarci, seppur la cosa accada molto meno rispetto al passato.). Nonostante il gioco possa essere naturalmente giocato con un normalissimo pad, l’utilizzo dello sterzo è sicuramente consigliato e consentirà di esperire maggioramente il lavoro certosino fatto da Codemaster per riprodurre le “sensazioni” di guida di un bolide di Formula 1.

In generale, la fisica sarà come standard di elevata qualità e sarà possibile in più di un’occasione saggiare il realismo complessivo della produzione, a partire dal force feedback dosato alla perfezione. F1 2019 ha anche innalzato il livello qualitativo della serie da un punto di vista estetico, grazie ad un “labor limae” notevole, visibile soprattutto nel sistema d’illuminazione (realistico e preciso) ma anche nei dettagli ai bordi dello schermo, che nelle passate edizioni costituivano un fattore di qualità altalenante. Un plauso va fatto anche alle condizioni meteo variabili, non solo per la qualità estetica ma anche per quella più squisitamente meccanica (gareggiare sul bagnato sarà veramente complicato!). Il merito ovviamente va all’EGO Engine, il quale riesce a fornire ottima qualità e prestazioni più che solide testate su di una Xbox One X, dove non è stato riscontrato nessun rallentamento evidente durante il corso del test.

F1-201

F1 2019 si conferma un must buy per gli amanti della disciplina. Il nuovo capitolo è riuscito ad anticipare l’uscita classica portando con sè alcune piccole novità che, nonostante non rivoluzionino completamente il gioco, riescono comunque a distinguerlo dall’episodio precedente.

  • Tecnicamente eccellente

  • Modalità multiplayer espansa

  • Modalità Carriera migliorata..

  • ......anche se non siamo ai livelli di altri sportivi

  • Nessuna novità sostanziale rispetto al passato

20 Commenti a “F1 2019”

  1. Prinzilabelva on

    Sono ormai a 25 ore di gioco offline. La recensione è molto ben scritta e si vede che chi ha provato il titolo ne capisce. Tantissime le note positive. Una su tutte l'IA che è a mani basse la migliore nei giochi di guida esistente. Battagliano con te e tra di loro in un modo mai visto in un gioco di guida. Anche la fisica è eccezionale se pure un filo troppo "sovrasterzante", dato che nella realtà i piloti che danno tutto gas in terza non si girano come avviene nel gioco. La carriera è splendida e simula benissimo una stagione, con tutti i vari problemi meccanici, sviluppi auto, programmi di prova ecc. Dal punto di vsita della "f1" è fatta divinamente. Male però le novità.
    La f2 non è integrata nella carriera, a parte 2 spezzoni di gara in croce. Si doveva fare meglio, facendo fare tutta le stagione di f2. Così come la trama. Parte alla grandissima in f2 e poi scampare letteralmente in f1 andando ad annullare di fatto le rivalità con i nostri "amaici di f2". Si doveva fare molto di più. Bene il mercato piloti, male alcune features mancanti che la community è una vista che richiede. Non ci sono i distacchi in tempo reale con tutti e le gomme a parte opacizzarsi non presentano forma di graining o blistering. Mancanze pesanti. Anche alcune animazioni non sono buone, come quando rientri ai box e la macchina sterza senza che si muova il volante.
    In definitiva però si tratta di un titolo davvero estremamente diverte ed appagante.

  2. Sunny90 on
    Prinzilabelva

    Sono ormai a 25 ore di gioco offline. La recensione è molto ben scritta e si vede che chi ha provato il titolo ne capisce. Tantissime le note positive. Una su tutte l'IA che è a mani basse la migliore nei giochi di guida esistente. Battagliano con te e tra di loro in un modo mai visto in un gioco di guida. Anche la fisica è eccezionale se pure un filo troppo "sovrasterzante", dato che nella realtà i piloti che danno tutto gas in terza non si girano come avviene nel gioco. La carriera è splendida e simula benissimo una stagione, con tutti i vari problemi meccanici, sviluppi auto, programmi di prova ecc. Dal punto di vsita della "f1" è fatta divinamente. Male però le novità.
    La f2 non è integrata nella carriera, a parte 2 spezzoni di gara in croce. Si doveva fare meglio, facendo fare tutta le stagione di f2. Così come la trama. Parte alla grandissima in f2 e poi scampare letteralmente in f1 andando ad annullare di fatto le rivalità con i nostri "amaici di f2". Si doveva fare molto di più. Bene il mercato piloti, male alcune features mancanti che la community è una vista che richiede. Non ci sono i distacchi in tempo reale con tutti e le gomme a parte opacizzarsi non presentano forma di graining o blistering. Mancanze pesanti. Anche alcune animazioni non sono buone, come quando rientri ai box e la macchina sterza senza che si muova il volante.
    In definitiva però si tratta di un titolo davvero estremamente diverte ed appagante.

    Sto per iniziarlo anche io, dimmi per favore che non ci sono più bug legati al rientro in pista dopo la sosta ai box :asd:

  3. Prinzilabelva on
    Sunny90

    Sto per iniziarlo anche io, dimmi per favore che non ci sono più bug legati al rientro in pista dopo la sosta ai box :asd:

    Diciamo che quando rientri insieme ad un altro il rischio c'è sempre. Ma è mooolto attenuto rispetto al 2016. Bug davvero pochi se non nulli. E ciò è incredibile :asd:.
    Su pc con le dx12 non mi attiva l'hdr. Ma è il meno

  4. Indiavolato92 on
    Elros_

    @Indiavolato92 tu lo hai provato??

    No, lo avrò a Settembre come regalo.

    Sono informatissimo però perchè organizzo campionati con altri ragazzi e tutto il mio gruppo ha già il gioco. Lato online fa letteralmente pena, ci sono gli stessi bug del gioco precedente: Safety car totalmente assente, non ti fa impostare l'assetto nella fase pre gara, metti X gomme e in griglia ti ritrovi con altre mescole. In più le auto personalizzate sono implementate male, è capitato di avere due auto rientranti ai box che si sono fermate sulla stessa piazzola con effetto "fila dal benzinaio". Bug grafici sulle gomme durante la modalità spettatore, magari mostra sempre le rosse e hai le gialle montate.

    Praticamente lato online nessun passo avanti, se ci aggiungiamo la F2 implementata abbastanza male (e non presente online e/o per gare singole, ma arriverà tramite patch verso settembre/ottobre) e le prestazioni sballate (è uscita una patch che migliorava nettamente le prestazioni delle auto), di certo il quadro della situazione non è roseo.

  5. Sunny90 on

    Domanda: per la prima stagione sono in McLaren, conviene usare più punti possibili per sviluppare la macchina o usarne solo un po' e conservarli per le stagioni successive in Ferrari o compagnia bella?

  6. Prinzilabelva on
    Sunny90

    Domanda: per la prima stagione sono in McLaren, conviene usare più punti possibili per sviluppare la macchina o usarne solo un po' e conservarli per le stagioni successive in Ferrari o compagnia bella?

    I punti credo che si resettino. Sicuramente poi se cambi scideria. Usali pure fin da subito e parti con l affidabilità

  7. Sunny90 on

    Ho trovato un bug nella griglia di partenza… Avendo fatto una brutta qualifica sul bagnato a Spa (17o) ne ho approfittato per cambiare praticamente ogni componente visto che avevo già tutto piuttosto usurato (ciò nonostante abbia migliorato un sacco la resistenza), però in griglia sono comunque partito 17o (la scritta penalità c'era, ma non mi ha scalato indietro nemmeno di un posto).

  8. Prinzilabelva on
    Sunny90

    Ho trovato un bug nella griglia di partenza… Avendo fatto una brutta qualifica sul bagnato a Spa (17o) ne ho approfittato per cambiare praticamente ogni componente visto che avevo già tutto piuttosto usurato (ciò nonostante abbia migliorato un sacco la resistenza), però in griglia sono comunque partito 17o (la scritta penalità c'era, ma non mi ha scalato indietro nemmeno di un posto).

    Si, è un bug presente. Forse l unico degno di nota

  9. DJ_Jedi on
    Prinzilabelva

    Diciamo che quando rientri insieme ad un altro il rischio c'è sempre. Ma è mooolto attenuto rispetto al 2016. Bug davvero pochi se non nulli. E ciò è incredibile :asd:.
    Su pc con le dx12 non mi attiva l'hdr. Ma è il meno

    Dici che con una RX480 riesco a giocare a 1080 a 60fps?

  10. Sunny90 on

    Va bene il mercato piloti, ok, ma alcune cose senza senso si poteva cercare di evitarle… Al gp di sukuka (quindi a poche gare dalla fine della stagione, neanche a fine anno) Hamilton (in testa al mondiale) passa alla Red Bull e Gasly (6o) alla Mercedes -_-
    Perché mai dovrebbe accadere una cosa del genere a campionato in corso???

  11. DJ_Jedi on
    Sunny90

    Va bene il mercato piloti, ok, ma alcune cose senza senso si poteva cercare di evitarle… Al gp di sukuka (quindi a poche gare dalla fine della stagione, neanche a fine anno) Hamilton (in testa al mondiale) passa alla Red Bull e Gasly (6o) alla Mercedes -_-
    Perché mai dovrebbe accadere una cosa del genere a campionato in corso???

    :asd: ma dai

  12. Sunny90 on
    DJ_Jedi

    :asd: ma dai

    Le cose sono peggiorate al termine della stagione. Io sono andato alla Ferrari al posto di Vettel, Vettel è andato alla RedBull al posto di Hamilton, Hamilton è andato alla Renault, e non ricordo cos'altro è successo :asd:

  13. Prinzilabelva on
    Sunny90

    Le cose sono peggiorate al termine della stagione. Io sono andato alla Ferrari al posto di Vettel, Vettel è andato alla RedBull al posto di Hamilton, Hamilton è andato alla Renault, e non ricordo cos'altro è successo :asd:

    Fin dove sono arrivato io ci sono stati solo 2 cambi, abbastanza sensati. Vediamo a fine stagione. Certo è che andava fatto con più criterio

  14. Sunny90 on
    Prinzilabelva

    Fin dove sono arrivato io ci sono stati solo 2 cambi, abbastanza sensati. Vediamo a fine stagione. Certo è che andava fatto con più criterio

    Secondo me inoltre i team migliorano troppo rapidamente. All'inizio della seconda stagione praticamente mi ritrovo Renault e Mclaren tra i top team sulla carta persino davanti a Ferrari e Mercedes.

  15. Prinzilabelva on
    Sunny90

    Secondo me inoltre i team migliorano troppo rapidamente. All'inizio della seconda stagione praticamente mi ritrovo Renault e Mclaren tra i top team sulla carta persino davanti a Ferrari e Mercedes.

    Sono verso la fine della prima e ad ora è tutto piuttosto bilanciato. Vedremo

  16. DJ_Jedi on
    Sunny90

    Secondo me inoltre i team migliorano troppo rapidamente. All'inizio della seconda stagione praticamente mi ritrovo Renault e Mclaren tra i top team sulla carta persino davanti a Ferrari e Mercedes.

    :doh:
    Sempre meglio dai.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.