DiRT 4 - Recensione

Dopo l’incredibile DiRT Rally non deve essere stato molto semplice per Codemasters delineare il futuro della serie racing dedicata alle competizioni rallystiche. Si continua a puntare sulla simulazione pura? O si tenta di abbracciare un po’ di arcade cercando di accontentare tutti i tipi di giocatori? Sicuramente quando toccherà a un ipotetico DiRT Rally 2 Codemasters farà bene a puntare sulla vera simulazione, ma intanto con DiRT 4 procede su di un’altra strada a metà tra l’arcade e il realismo. Vediamo com’è andata.

Giocatore o purista?

nevada_buggy_6La prima scelta importante da prendere nel gioco riguarda lo stile di gioco che più preferite. DiRT 4 ve ne mette due a disposizione chiamati rispettivamente “Giocatore” e “Simulazione”. Il primo trasforma il gioco in un arcade consentendovi di approcciarvi in modo più rilassato e spensierato pad alla mano, mentre il secondo offre un approccio decisamente più realistico in cui giocare con grande attenzione per non finire ogni volta fuori strada. Ovviamente in aggiunta a questi stili di gioco contrapposti ci sono una serie di aiuti da attivare e disattivare in base alle vostre esigenze cercando così di raggiungere il giusto compromesso. DiRT 4 in sostanza raggiunge il perfetto equilibrio tra arcade e simulazione con i primi che sulle prime battute possono impratichirsi con lo stile “Giocatore” per poi fare il salto di qualità in un secondo momento passando all’altro stile. A prescindere dalla scelta, DiRT 4 garantisce ore e ore di divertimento permettendovi di togliere più di una soddisfazione. Di ottimo livello anche l’intelligenza artificiale che guida in maniera aggressiva, tenta il sorpasso al limite, taglia la strada e addirittura commette degli errori come ad esempio una falsa partenza beccandosi pure una penalità.

Graficamente DiRT 4 si presenta come un prodotto davvero solido grazie ai suoi 60 fotogrammi al secondo stabili, ottimi modelli poligonali delle auto e una buona realizzazione degli scenari. Molto piacevoli da vedere anche gli effetti d’illuminazione e meteorologici con la pioggia, la nebbia e il fango che sporca l’auto. Ottimo anche il comparto audio con un bella colonna sonora e buoni effetti.

Rally e non solo

Cuore pulsante di DiRT 4 è la modalità carriera che vi permette di creare il vostro team personale e gestirne diversi aspetti a partire dal personale (ingegneri, PR e così via), le strutture (che vanno dalla sala ristoro, al garage e molto altro ancora) e le sponsorizzazioni. Migliori sono le strutture e migliori sono i dipendenti che potete assumere così come migliori sono gli sponsor che potete portare dalla vostra parte. Ben più importante è la scelta dei veicoli, ce ne sono di diversi tipi che variano da torneo a torneo.

fiesta_aus_2Quattro sono le tipologie di eventi messe a disposizione dal gioco di Codemasters: Rally, Landrush, Rallycross e Historic Rally. Rally e Historic Rally non hanno bisogno di descrizione visto che si tratta di classiche gare cronometrate in cui battere i tempi degli avversari con l’unica variante sulla scelta dei veicoli con Historic Rally che permette di utilizzare auto storiche. Landrush propone invece gare su circuiti con veicoli più ‘esotici’ come buggy, mentre Rallycross può vantare sulla licenza ufficiale del mondiale FIA. Anche nel caso dei Rallycross parliamo di gare su circuito con in più il giro joker da affrontare almeno una volta e nel momento opportuno con il co-pilota che vi consiglia quando affrontarlo per trarne quanto più vantaggio possibile. Tra una gara e l’altra è possibile effettuare delle riparazioni al proprio veicolo nel caso lo abbiate danneggiato, o addirittura potenziarlo spendendo i crediti di gioco. Ogni tipologia di eventi offre una serie di tornei al suo interno da affrontare con diversi veicoli da acquistare presso i concessionari o i rivenditori di auto usate. Alla fine di ogni torneo si ottengono un quantitativo di soldi che variano ovviamente a seconda del risultato e al conseguimento degli obiettivi degli sponsor. Questi soldi possono poi essere investiti negli elementi già citati come le strutture, il personale e le auto.

DiRT 4 offre anche una serie di modalità secondarie che permettono di distrarsi dalla più che solida Carriera. “Competizione” propone una serie di eventi a cadenza giornaliera, settimanale e mensile, “Gioco Libero” permette di creare un campionato personalizzato sfruttando l’editor di tracciati che consente di settare dei parametri come location, lunghezza e difficoltà per creare il proprio circuito e condividerlo online. “DiRT Academy” è in sostanza una modalità allenamento e infine “Asso del Volante” offre una serie di sfide di abilità. A chiudere il cerchio troviamo infine il multiplayer.

Commento finale

DiRT 4 è un ottimo esponente della saga racing game di Codemasters. Ci troviamo dinanzi a un prodotto divertente, ricco di contenuti e bello da vedere. Il gameplay scalabile si presenta in grado di fare la felicità sia dei fan dell’arcade che delle simulazioni. Magari si poteva fare qualcosina in più negli aspetti gestionali della Carriera (sponsor, personale e strutture), ma chi in un racing game è interessato solo alla prova su strada siamo sicuri non verrà assolutamente deluso. Assolutamente consigliato per gli amanti delle gare off-road.

  • Modello di guida scalabile

  • Ricco di contenuti

  • Carriera ben strutturata...

  • ... ma si poteva osare di più negli aspetti gestionali

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.