Dead Rising 4 – Frank’s Big Package - Recensione

Dead Rising 4: Frank’s Big Package è praticamente una Game of The Year Edition del famoso gioco Dead Rising 4, dove troviamo, oltre al gioco originale (del quale trovate la recensione QUI) tutti i DLC già rilasciati in precedenza su Xbox One e PC e un’ultima divertente aggiunta, la modalità Capcom Heroes! In questa sede ci concentreremo in particolar modo sui contenuti aggiuntivi di questa nuova edizione.

Super Ultra Dead Rising 4 MiniGolf

Come dice il titolo (una chiara citazione delle varie versioni di Street Fighter) in questo DLC ci troveremo ad affrontare orde di zombie… in un campo da minigolf. Il tutto ovviamente condito dal solito humor di chiara matrice Dead Rising. Cominceremo scegliendo se cimentarsi in modalità multiplayer online, locale o in singolo. Potremo selezionare su quale campo giocare (ce ne sono 6 in totale), ognuno dotato di 4 buche da completare. Fatto questo, recluteremo uno dei 4 personaggi diversi disponibili ed in seguito cominceremo la partita vera e propria. Ogni campo da golf è composto da piattaforme volanti che aggiungono difficoltà ad un gioco solo all’apparenza semplice, in quanto se la pallina cadrà fuori dal campo ci verrà assegnato un tiro di penalità. Saremo dotati di tre mazze, una per effettuare i colpi rasoterra e che richiedono più precisione, una per quelli della media distanza ed una per i drive più lunghi. Il sistema di tiro è molto simile a quello già visto in tantissimi giochi di questo genere: avremo una barra di energia sulla sinistra, con un cursore che la percorrerà in principio da destra verso sinistra (permettendoci di scegliere la potenza di tiro) ed in seguito da sinistra verso destra (permettendoci di scegliere “l’effetto” da applicare). Se in questa seconda fase riusciremo a restare nella Zona Calda (contrassegnata da un colore diverso) il nostro colpo sarà perfetto e attiveremo la Doom Ball (o Palla del Destino) ovvero una palla dotata di poteri speciali che ci permetterà di far fuori gli zombie disseminati sul percorso (che comunque non ci attaccheranno mai, ma stanno li a fare da bersaglio mobile). Questo però non sarà affatto semplice, in quanto non bisognerà “azzeccare” il momento preciso nel quale il cursore si troverà nel punto desiderato, ma quanto “anticiparlo”, pena lanciare la pallina fuori dal campo con le conseguenze sopra descritte. Ogni campo è dotato di power-up volanti denominati Rompipalle che ci permetteranno, se presi al volo, di assegnare un malus ad uno dei nostri avversari scelto a caso tramite una ruota del destino. Inoltre saranno disseminati di barili esplosivi, freccette che aumentano la velocità della nostra palla, banchi di sabbia che rallenteranno i nostri tiri e molto altro. I 4 personaggi selezionabili sono personalizzabili tramite un menù apposito: ad ogni partita completata (e ad ogni zombie ucciso) riceveremo delle monete di gioco denominata Zenny che ci permetteranno di acquistare nuovi elmi (fra i quali troviamo quello di Knight Arthur di Ghost ‘n Goblins), un nuovo esoscheletro (che in realtà differirà soltanto nel colore da quello base del nostro personaggio) e sopratutto palle da golf con colori e poteri differenti, o ancora un nuovo set di mazze. Acquistare nuovi ferri ci permetterà non solo di cambiarne l’aspetto estetico, ma anche di migliorarne le statistiche, aiutandoci a vincere così le partite. Data la natura di questo minigioco non riscontreremo mai fenomeni di lag. L’unico dubbio è sulla longevità del titolo, visto che 6 campi con 4 buche ognuno sono davvero pochi e ripetitivi.

 

Frank Rising

Questo DLC comincia dove finisce la storia del gioco principale (attenti a qualche spoiler): Frank non riesce a salire sull’elicottero che rappresenta la sua salvezza e cade fra un’orda di zombie che lo attornia e comincia a cibarsi di lui. In realtà il nostro Frankie non muore, ma viene infettato dal virus che lo trasforma a sua volta in zombie. Questa nuova versione del nostro personaggio trasforma il gameplay portandoci, almeno in principio, a vestire i panni dei nostri acerrimi nemici. Combatteremo infatti contro gli umani, principalmente a mani nude e potremo inoltre urlare e sputare acido. Dopo aver raggiunto i dieci colpi in combo, potremo ripristinare la nostra salute nutrendoci degli umani (o degli zombie) che tentano di ammazzarci, tramite la combinazione cerchio + triangolo. Dopo una prima fase in cui vivremo nei panni di vero e proprio zombie, verremo recuperati dai nostri alleati che stanno studiando una cura per il virus. La cura ha un parziale effetto e torneremo coscienti perdendo però molte delle nostre facoltà zombie, che potremo recuperare solo assorbendo le vespe che si trovano vicino agli zombie evo. Potremo però continuare a sostentarci con carne umana per recuperare energia, o usare uno speciale balzo per colpire i nemici troppo forti o troppo protetti, Grazie al supporto della dottoressa Blackburne scopriremo che il governo vuole bombardare il mall per porre fine all’infezione, uccidendo tutti quanti, esseri umani e zombie. Per evitare tutto questo Frankie avrà 90 minuti per trovare il modo di porre fine all’epidemia, oltre che curarsi in prima persona. In tutto questo verremo ostacolati, oltre che dagli zombie stessi (che ormai ci riconoscono come vivente) anche da altri umani (che ci identificano come non morto) il che raddoppia le difficoltà di sopravvivenza. Ovviamente il timer di gioco non si fermerà anche se moriremo (alla Prince of Persia), quindi il consiglio di gioco più importante, in questi casi, è quello di “non morire”.

Capcom Heroes

Come sarebbero le avventure di Frank se possedesse poteri speciali pari a quelli degli eroi Capcom che si sono susseguiti nella storia videoludica? Lo possiamo scoprire grazie a questo divertente DLC, che ci permetterà di rivivere tutta la storia di Dead Rising 4 indossando i panni dei vari personaggi dei videogiochi dell’azienda nipponica. Il tutto comincia con un sogno dove il nostro eroe si ritrova faccia a faccia con il suo peggior incubo: una nuova invasione zombie. Ad aiutarlo a risvegliarsi verrà in soccorso una sua ectoplasmica versione giovanile, che ci permetterà di indossare vari costumi dei combattenti Capcom, oltre a permetterci di capire le meccaniche degli stessi. Ogni travestimento infatti avrà dei bonus e dei malus che cambieranno totalmente il nostro approccio al gioco. Scopriremo inoltre che ogni costume è dotato di uno speciale attacco, che ci consentirà di colpire più nemici contemporaneamente. All’improvviso il nostro amato Frank West diventerà Ryu (con tanto di calcio rotante come mossa speciale), M. Bison, Dante, Megaman e molti altri ancora. Una volta svegliati dal nostro sogno, riprenderemo la storia così come cominciava nella sua versione originale. L’unica aggiunta sarà costituita dalle Stelle Capcom da scovare nei vari livelli, che ci permetteranno di sbloccare nuovi costumi e di prolungare la durata di quelli già in dotazione (infatti in principio ogni costume avrà una durata di circa 4 minuti). Questa modalità offre una grandissima varietà di gioco, permettendoci di vestire i panni di ogni eroe Capcom all’interno di un contesto per il quale non erano mai stati concepiti: Ognuno di noi alla fine troverà i suoi costumi preferiti (io ho trovato, ad esempio, M. Bison davvero devastante e adatto al mio stile di gioco), e questa ottima aggiunta (anche se totalmente fuori contesto del gioco stesso) ci offre una nuova variante davvero apprezzabile e divertente. Segnaliamo che questa modalità è stata aggiunta in via del tutto gratuita anche all’edizione Xbox One del gioco con un apposito aggiornamento.

Commento finale

Se non avete mai giocato Dead Rising 4, questa raccolta è sicuramente l’acquisto più intelligente che possiate fare, grazie a un numero di contenuti sicuramente notevole. Già il gioco originale non scherzava, ma con i DLC inclusi nella raccolta il pacchetto assume un valore contenutistico decisamente più grande e da tenere in conto se apprezzate la serie e più in generale i giochi sugli zombie.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.