Vivendi vende la azioni di Ubisoft dopo aver fallito l’acquisizione

Vivendi ha venduto le sue azioni di Ubisoft dopo aver fallito il tentativo di acquisizione della software house francese. Nel corso degli ultimi anni infatti Vivendi ha tentato di acquisire Ubisoft acquistando quote azionarie costringendo così la famiglia Guillemot a contrastare questa mossa acquisendo a sua volta altre azioni. Con l’abbandono di Vivendi, che intanto si è impegnata a non acquisire altre azioni per almeno cinque anni, Ubisoft può così mantenere la propria indipendenza. Vivendi comunque manterrà le quote di maggioranza di Gameloft, azienda specializzata in videogiochi mobile fondata sempre dalla famiglia Guillemot, che acquisì nel 2015 al prezzo di 181 milioni di dollari. Si prevede comunque che Vivendi voglia tentare di entrare nell’industria videoludica in futuro acquisendo una posizione di forza. Intanto Ubisoft recentemente ha visto l’entrata di due partner molto importanti che hanno acquisito quote di minoranza: il colosso cinese Tencent che possiede il 5% della compagnia, e il Canada’s Ontario Teachers’ Pension Plan che ne possiede il 3,4% delle azioni.

Un Commento a “Vivendi vende la azioni di Ubisoft dopo aver fallito l’acquisizione”

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.