UFC 3 già sotto l’occhio del ciclone per la sua struttura pay-to-win

Nonostante manchino ancora un paio di mesi all’uscita di UFC 3 fissata per il 2 Febbraio, il gioco di EA Sports è già sotto accusa per le microtransazioni che lo trasformerebbe in un pay-to-win. Alcuni esponenti della critica specializzata hanno messo le mani sulla beta del gioco scoprendo tutti i segreti del sistema di progressione del gioco. Stando ai report infatti il sistema del gioco permette di migliorare il proprio personaggio in multiplayer tramite l’investimento di denaro, più si spende e migliori saranno le proprie performance. Sicuramente l’abilità pad alla mano dovrebbe impedire ai novizi di battere i veterani in una sequenza di match, tuttavia il gioco sembra pieno zeppo di micortransazioni che vanno a influenzare l’esperienza di base. In pratica gli attacchi, le prese e le sottomissioni possono essere potenziati tramite degli appositi booster inclusi nelle loot box, di conseguenza un giocatori alle prime armi che ha appena completato il tutorial può spendere mille dollari in microtransazioni e ottenere così i booster più rari con il personaggio che può vantare una barra della saluta, resistenza e colpi decisamente più alti del normale.


EA SPORTS™ UFC® 3 rivoluziona il combattimento grazie a Real Player Motion Tech, che rappresenta il movimento degli atleti con un realismo grafico senza precedenti nei videogiochi sportivi. Nella nuova modalità carriera, le scelte fuori dall'Ottagono sono importanti quanto la performance al suo interno: dovrai alimentare il clamore pre-incontro e creare feroci rivalità se vuoi diventare il più grande di tutti i tempi.

EA Sports UFC 3 è un videogioco del genere , sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di EA Sports UFC 3 è il 2 febbraio 2018 per Playstation 4, Xbox One.

3 Commenti a “UFC 3 già sotto l’occhio del ciclone per la sua struttura pay-to-win”

  1. fudo7 on

    vi prego non andiamo in questa direzione! è già da qualche anno che queste transazioni sono presenti in moltissimi giochi (vedi fifa per le bustine di FUT etc) ma tra star wars e questo, si sta definendo un vero e proprio “nuovo genere” di videogame.
    parlo conoscendo le mie possibilità ovviamente, ma spendere circa 70 euro per ogni gioco e poi continuare a pagare per poter “arrivare al vertice” delle classifiche, mi sembra davvero un’esagerazione. senza contare che per giocare online bisogna pagare!
    troppo!

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.