Ubisoft: I giochi non hanno bisogno di un finale

Parla un direttore creativo di Ubisoft

Jason VandenBerghe, direttore creativo di Ubisoft ha espresso il suo parare in merito al finale dei videogiochi, cosa secondo lui del tutto accessoria e non necessaria per godere pienamente l’esperienza offerta dal gioco.

Non ho mai finito il primo Bioshock, nonostante ciò rimane un gioco che mi ha divertito molto. Grim Fandango? Mai finito, ma sono assolutamente sicuro di poterlo usare come esempio di design in una discussione, non ho mai finito niente, ma sono divertenti (solitamente).

Ci sono un sacco di giochi che non hanno neanche un finale. Più che altro giochi arcade e MMO non hanno un vero finale, The Sims non ha un finale. Poker? Scacchi? Calcio?

Infatti la maggior parte dei giochi preferiti ai giocatori di tutto il mondo sono creati per non essere finiti. Un gioco di Sudoku porta ad un altro, che porta ad un altro… In termini di game design, anche mettere un finale nel gioco è chiaramente opzionale. Lo sappiamo, è evidente. Quindi perchè digrignamo i denti e ci strappiamo i capelli quando solo il 20% dei giocatori raggiunge la fine della storia nei nostri giochi?