Spiegata l’assenza della campagna in LawBreakers

Dan Nanni, lead designer di LawBreakers, ha spiegato la mancanza della campagna singleplayer nel primo gioco di Boss Key Productions. Nanni ha spiegato che nella pre-produzione il team si è concentrato sui propri punti di forza capendo che la loro bravura sta proprio nei giochi multiplayer:

“Siamo uno studio piuttosto piccolo in proporzione ai giganti dell’industria e lavorare a una campagna single player ci avrebbe costretto a competere con dei colossi. Conosciamo molto bene i giochi multiplayer e al tempo stesso siamo consapevoli dei nostri limiti, del resto siamo uno studio nato da poco, con una forza lavoro limitata.”

Non ci sono piani dunque per una campagna singleplayer, tuttavia se la community la richiederà a gran voce, Nanni non esclude di prendere in considerazione l’idea.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.