Nintendo Switch non è abbastanza potente per A Plague Tale: Innocence

David Dedeine, CCO di Asobo Studio, ha dichiarato in una recente intervista che A Plague Tale: Innocence non uscirà su Nintendo Switch a causa della potenza della console. Il problema, spiega lo sviluppatore, è la grande quantità di ratti che bisogna mostrare su schermo:

“Già sappiamo che ci sono troppi ratti, troppe animazioni, troppe routine di intelligenza artificiale da gestire contemporaneamente. E se vogliamo dirla tutta, c’è già una bella differenza tra Xbox One X e Playstation 4 Pro. Abbiamo fatto i nostri calcoli e ne abbiamo discusso con Focus Home Interactive, giungendo alla concluse che la versione Switch non è una priorità in questo momento.”


A Plague Tale: Innocence è un videogioco del genere sviluppato da e pubblicato da per , , .

La data di uscita di A Plague Tale: Innocence è il 14 maggio 2019 per PC, Playstation 4, Xbox One.

7 Commenti a “Nintendo Switch non è abbastanza potente per A Plague Tale: Innocence”

  1. Deadly Fagilo on

    Ma impegnandosi un pelo non potrebbero adattarlo alla console? se al posto di 100 ratti ne visualizzi 70 non credo Pannella resusciti per uno sciopero della fame, e sulla IA già scommetto che non sarà la bomba che dichiarano perchè è storia vecchia. Chiedo per curiosità.

  2. Evil_Sephiroth on

    Ma impegnandosi un pelo non potrebbero adattarlo alla console? se al posto di 100 ratti ne visualizzi 70 non credo Pannella resusciti per uno sciopero della fame, e sulla IA già scommetto che non sarà la bomba che dichiarano perchè è storia vecchia. Chiedo per curiosità.

    Solito discorso, è ARM Switch ed è un problema non da poco per SH che usano engine proprietari o non sono enormi.

    Oltre ad essere numericamente circa la metà di XONE il cambio di architettura non è proprio banale.

    Cmq chi ha provato il gioco dice che le migliaia di ratti reagiscono molto bene e sono parte del gameplay

  3. Deadly Fagilo on

    Solito discorso, è ARM Switch ed è un problema non da poco per SH che usano engine proprietari o non sono enormi.

    Oltre ad essere numericamente circa la metà di XONE il cambio di architettura non è proprio banale.

    Cmq chi ha provato il gioco dice che le migliaia di ratti reagiscono molto bene e sono parte del gameplay

    Ok grazie, magari semplificando l'IA si potrebbe anche farlo girare, ma si andrebbe a creare una sorta di gioco differente, almeno questi non sembrano i soliti sfaticati o perlomeno hanno la scusa buona.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.