Mirror’s Edge: intervista al Senior Producer

Console tribe news - Mirror's Edge: intervista al Senior Producer

Mirror’s Edge, uno dei possibili giochi rivelazione di quest’anno, è stato uno dei titoli più acclamati durante l’ultimo E3. Alcuni rumours circolati in rete tempo fa vedevano introdotta nel gioco finale una inedita modalità online con Leaderboard propria, un sistema di “fantasmi” e una modalità co-op online. Il first person action sviluppato dal pluripremiato team DICE, autore tra l’altro della serie Battlefield, è stato svelato in parte dal Senior Producer Owen O?Brien al sito buttonmasher.

Ecco di seguito l’intervista:

“D: Molte persone sono rimaste sorprese alla notizia che Mirror’s Edge avrebbe sfruttato l’Unreal Engine, pur avendo una grafica così colorata e pulita. Come mai il gioco appare così differente comparato agli altri giochi che utilizzano l’Unreal Engine?
R: L’engine di gioco da solo non determina il suo stile. Tutto è stato deciso dalla nostra direzione artistica che ha dovuto adattare le sembianze del gioco in base alle necessità della trama e del gameplay. Abbiamo speso molto tempo per fare di Mirror’s Edge un titolo con uno stile di gameplay unico nel suo genere.

D: Perchè non avete fatto di Mirror’s Edge un open-game? C’erano delle cose particolari che volevate raggiungere ma che non è stato possibile fare?
Volevamo creare un action game basato sulla trama, e vogliamo che ogni videogiocatore viva questa esperienza. Ogni livello è stato progettato per il massimo divertimento e per il miglior uso dei movimenti che il gioco propone, e la particolarità è che quando conosci bene un livello e le tue abilità sono elevate, puoi trovare nuove soluzioni o nuovi passaggi per completarlo. Creare un altro open-game non avrebbe permesso di gustare questa esperienza videoludica.

D: Come saranno strutturati i livelli di gioco?
R: Abbiamo progettato i livelli per rendere l’esperienza di gioco varia ed interessante e mano a mano che si progredisce si potranno scoprire differenti locations da tetti, interni di edifici, strade e sottoterra. Questo addizionato alle caratteristiche del gioco e a vari elementi del gameplay tra cui puzzles, esplorazioni e combattimenti fa sì che ogni livello sia incredibilmente vario.

D: In che modo Mirror’s Edge invoglierà i videogiocatori a rigiocare l’avventura dopo averla completata?
R: Come ho già detto, la particolarità del gioco è che si potranno prendere strade diverse a seconda delle abilità guadagnate e dai nuovi movimenti appresi nel corso dell’avventura. La rigiocabilità del titolo sarà dettata dal trovare nuove vie per completare il livello più velocemente possibile.

D: Siete intenzionati a rilasciare una demo di Mirror’s Edge?
R: Attualmente non posso rispondere a questa domanda.

D: Ci dica delle impressioni riguardo Mirror’s Edge dagli occhi di uno sviluppatore.
R: Secondo me Mirror’s Edge è un gioco che fa dello stile il suo punto di forza. La sensazione di libertà quando giri per la città in prima persona eseguendo movimenti al limite della realtà, è qualcosa che non ho mai visto prima d’ora in un videogioco.

D: Come Mirror’s Edge utilizzerà Xbox live e il Playstation Network?
R: Su questo al momento preferisco mantenere il riserbo.”


Mirror’s Edge è un videogioco che appartiene alla serie del genere sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Mirror’s Edge è il 14 novembre 2008 per Playstation 3, Xbox 360.

8 Commenti a “Mirror’s Edge: intervista al Senior Producer”

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.