Invader Games cancella Resident Evil 2 Reborn e incontra Capcom

Una svolta per il futuro di Invader Games

Prima dell’annuncio ufficiale da parte di Capcom del remake di Resident Evil 2, c’era un team italiano noto col nome Invader Games che stava lavorando su un remake non ufficiale utilizzando l’Unreal Engine 4. Quest’oggi Invader Games ha annunciato di aver cancellato il progetto visto che Capcom prima dell’annuncio del remake ufficiale aveva chiesto al team italiano di interrompere i lavori. Non tutti i mali vengono per nuocere però visto che la casa di Osaka ha invitato Invader Games per un incontro per discutere di ulteriori idee. Non ci resta che aspettare ulteriori aggiornamenti sulla questione. 

Il team di InvaderGames chiude il progetto Resident Evil 2 Reborn e viene invitato ufficialmente da Capcom per discutere di altre idee

Ciao a tutti!
Prima di tutto vorremmo ringraziarvi per la passione e l’attaccamento con i quali ci avete supportato fino ad oggi. Ve ne saremo sempre grati.

Oggi vorremmo condividere con voi una giornata davvero importante per InvaderGames. Dopo l’annuncio ufficiale di Capcom riguardo il remake di Resident Evil 2, comunichiamo lo stop definitivo ai lavori su Resident Evil 2 Reborn.
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, però, questa è una grande notizia per noi, che come fan non potremmo essere più felici del fatto che Capcom abbia deciso di lavorare ufficialmente il remake più atteso di sempre (dopotutto nessuno meglio degli stessi creatori potrebbe riportare in vita il capolavoro del 1998). 
Allo stesso tempo, come sviluppatori, siamo onorati di annunciare che siamo stati ufficialmente inviati a incontrare Capcom.
Capcom, infatti, ci ha chiamato ben prima dell’annuncio ufficiale del remake di Resident Evil 2 chiedendoci se era possibile fermare i lavori sul nostro progetto. Ci hanno poi invitato ad una riunione con loro per discutere di ulteriori idee.

Pur non potendo portare totalmente a compimento il progetto Resident Evil 2 Reborn, siamo felici che quanto abbiamo potuto mostrare abbia ottenuto consensi dai tanti fan nel mondo e, soprattutto, sia stato notato da Capcom. Vi promettiamo che il lavoro svolto finora ci sarà utile per progetti futuri, non deluderemo le aspettative di così tante persone.

Di nuovo grazie a tutti voi per averci permesso di arrivare dove siamo, nonostante la strada da fare sia ancora molta, speriamo di poterci focalizzare presto sull’opportunità professionale più grande che potesse capitarci. 
Ancora una volta, siamo molto grati a Capcom per aver notato il nostro lavoro e apprezzato l’amore che nutriamo tanto per la serie Resident Evil quanto per lo sviluppo di videogame. È cosa davvero rara trovare una major del settore così aperta mentalmente e sensibile al lavoro di uno studio in crescita come il nostro, portato avanti tanto dalle abilità tecniche quanto dalla passione.

A presto per ulteriori informazioni

InvaderGames closes down the project of Resident Evil 2 Reborn and is invited by Capcom to discuss further ideas Hello…

Posted by Invader Games on Lunedì 17 agosto 2015


Basato sul capolavoro originale che ha definito il suo genere di appartenenza, Resident Evil 2 è stato ricreato da zero per assicurare un’esperienza narrativa più profonda e articolata. Con RE Engine, il motore di gioco proprietario di Capcom, ResidentEvil 2 offre una rivisitazione della classica saga survival horror con una grafica incredibilmente realistica, un coinvolgente comparto audio da pelle d’oca, una nuova visuale in terza persona e controlli di gioco modernizzati per adattarsi meglio ai cambiamenti del nuovo titolo.

Resident Evil 2 Remake è un videogioco che appartiene alla serie del genere sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Resident Evil 2 Remake è il 25 gennaio 2019 per Playstation 4, Xbox One.

4 Commenti a “Invader Games cancella Resident Evil 2 Reborn e incontra Capcom”

  1. adenosina on

    Sinceramente sono contento che ci sia stato un dialogo con questi ragazzi, lo scambio di idee può portare sempre a scenari nuovi e magari sottovalutati o non presi in considerazione. Sicuramente del progetto di questi ragazzi salverei l'assenza del mirino laser sulle armi e la poca luminosità generale dello scenario

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.