Il modello di sviluppo dei giochi tripla A è insostenibile secondo Amy Hennig

Amy Hennig, sceneggiatrice dei primi tre episodi della serie Uncharted e dello Star Wars di Visceral Games ormai cancellato, in un recente intervista ha affermato che l’attuale modello di sviluppo dei videogiochi tripla A è ormai insostenibile:

“Mi chiedo come mai si continui ad adoperarlo. Probabilmente è molto difficile cambiare rotta, dopo anni e anni spesi a creare team di sviluppo e ottimizzare la catena di produzione.

È vero che molti videogiochi tripla A vendono bene e sembrano ripagare i costi di produzione, ma dall’altra parte sempre più team licenziano centinaia di persone e numerosi publisher sono costretti a chiudere e ristrutturare intere divisioni. E’ inevitabile, con i costi di sviluppo attuali mantenere uno staff di centinaia di persone al lavoro su un gioco per tre o più anni è assolutamente impossibile.”

2 Commenti a “Il modello di sviluppo dei giochi tripla A è insostenibile secondo Amy Hennig”

  1. Max17 on

    Detto da una sceneggiatrice, che invece saltellano da casa a casa continuamente, lamentarsi della difficoltà di mantenere dei team fisso…

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.