Horizon: Zero Dawn accusato di razzismo nei confronti delle popolazioni indigene

La scrittrice Dia Lacina ha accusato Horizon: Zero Dawn di razzismo nei confronti delle popolazioni indigene. Nel gioco di Guerrilla vengono infatti utilizzati termini come “selvaggio” o “primitivo” rivolto agli indigeni e alle tribù di cui fanno parte. Questi termini rafforzano l’idea di razzismo e sottomissione perpetrato dagli uomini bianchi durante il periodo coloniale americano. Guerrilla Games è intervenuta immediatamente sulla questione affermando che gli aspetti sociali presenti nel gioco sono frutto di ricerche storiche e non c’era intenzione di offendere nessuno:

“Con il tipo di cultura presente su Internet, è impossibile predire cosa potrebbe essere ritenuto offensivo. Certamente, non abbiamo voluto essere intenzionalmente insensibili, o voluto offendere qualcuno.”


La Terra non è più nostra Osserva il mondo dagli occhi di Aloy, una donna emarginata dalla sua tribù fin dalla nascita, e guidala nel suo viaggio alla scoperta dei segreti sepolti di un antico passato. Affronta tribù in guerra e terrificanti creature meccaniche mentre ti addentri in un mondo selvaggio in cui il genere umano lotta per evitare l'estinzione. Trasforma i predatori in prede, combina strumenti primitivi con tecnologie avanzate ed esplora territori vasti e pericolosi per scoprire il mondo che ti circonda.

Horizon Zero Dawn è un videogioco del genere , , sviluppato da e pubblicato da per .

La data di uscita di Horizon Zero Dawn è il 1 marzo 2017 per Playstation 4.

11 Commenti a “Horizon: Zero Dawn accusato di razzismo nei confronti delle popolazioni indigene”

  1. adenosina on

    La solita fuffa americana…. Se veramente gli stessero a cuore queste tematiche combatterebbero per i loro diritti in Dakota o tenterebbero seriamente di sanare la situazione dei neri

  2. Claudio "Evil_Sephiroth" Perfler on

    Idioti è l unico aggettivo possibile.Oramai va di moda dire razzista a destra e sinistra

  3. glenkocco on

    hanno eletto un presidente che vuole costruire un muro per tener fuori i messicani, dimenticandosi di ciò che ha fatto il loro paese con i nativi, i veri americani :asd: meglio che stiano zitti per i prossimi 4 anni

  4. fos on

    hanno eletto un presidente che vuole costruire un muro per tener fuori i messicani, dimenticandosi di ciò che ha fatto il loro paese con i nativi, i veri americani :asd: meglio che stiano zitti per i prossimi 4 anni

    Vabbè, è stata UNA scrittrice, mica tutto il popolo americano. Anzi, ultimamente le femministe (retaggio anch'esso) stanno in letargo…

    Comunque, selvaggi e primitivi, in un contesto simile mi pare obiettivo. Diversamente educati, isomma. :asd:

  5. adenosina on

    C'è passato anche BF1 :asd:

    la storia di b1 è ancora più ridicola…

    Se è per questo quando annunciarono il sequel de l'ombra di mordor con il personaggio nero è partita la crociata dei suprematisti bianchi….

  6. andreaz on

    Guerrilla Games è intervenuta immediatamente sulla questione affermando che gli aspetti sociali presenti nel gioco sono frutto di ricerche storiche e non c’era intenzione di offendere nessuno:

    ecco Dia Lacina…ficcatelo nel cervello

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.