Detroit: Become Human uscirà nella Primavera 2018, ecco il nuovo trailer

Durante la conferenza Sony del Paris Games Week 2017 è stato mostrato il nuovo trailer di Detroit: Become Human. Il filmato ci permette di dare uno sguardo alle numerose scelte morali che si possono intraprendere nel nuovo videogioco di Quantic Dream. Detroit: Become Human uscirà nella Primavera 2018.


Immergiti in una visione inquieta della Detroit del futuro, dove umani e androidi conducono una fragile convivenza e le tue decisioni costruiscono la storia che ti circonda. Esplora i numerosi possibili destini di ciascuno dei personaggi e guidali in una storia ramificata che li porrà davanti a complessi dilemmi personali e li costringerà a mettere in discussione la vera natura della loro esistenza.
Ogni decisione condurrà la storia verso conseguenze a volte minori, a volte catastrofiche. Una situazione valutata male potrebbe costare la vita di qualcuno, e non esistono seconde occasioni. Scegli con attenzione le tue mosse, tieni gli occhi aperti e cerca di restare in vita: dopotutto, l'istinto di sopravvivenza è ciò che ci rende umani.

Detroit: Become Human è un videogioco del genere sviluppato da e pubblicato da , per .

Detroit: Become Human non ha ancora una data di uscita.

20 Commenti a “Detroit: Become Human uscirà nella Primavera 2018, ecco il nuovo trailer”

1 2
  1. adenosina on
    glenkocco

    Il molti può essere 10 come 50 in base a come sono le scelte. Voglio dire, se tu mi dai la possibilità che un evento si evolva in 50 modi invece dei 3 di una volta, non mi serve a niente se poi ho gli stessi finali di prima. É un lavoro sprecato. É come su Quantum Break dove hai credo delle scelte e la storia evolve (tipo la serie tv) in modo diverso, ma poi di finale ce n'é uno solo. Per me é stupida una cosa così. Limitante. E rende inutile il lavoro di sviluppo.

    Per fare il salto di qualitá per QD e per il loro genere, devono far si che ai molteplici eventi in Detroit corrispondano altrettante storie diverse. Sarebbe proprio quella la forza. Poi molte piú persone vivrebbero una storia molto diversa tra loro.

    anche fare 50 finali diversi è inutile perchè ad esempio io non mi rimetterei mai a giocare N volte un gioco così, se arrivo a 2 è pure tanto, perchè diciamocelo alla fine il vero limite di questi giochi è il gameplay che ad un tratto vorresti eliminare del tutto

  2. glenkocco on
    Kassandro

    Ma dipende dal tipo di eventi.
    Lasciar vivere/uccidere un personaggio porterà sicuramente ad un finale diverso.

    Prendere/perdere un treno può essere uno sliding doors come no, posso prendere un taxi e arrivare allo stesso punto (ho fatto due esempi estremi per far capire).

    Io preferisco meno snodi, ma eclatanti e meno finali ma convincenti

    Si, ma se mi dai 900 snodi e 2 finali non va bene. Questo dico. Poi, chiaramente, siamo d'accordo che deve essere bilanciato e che le svolte siano epocali. Però on Detroit vedo la possibilitá di un certo salto di categoria, per questo spero facciano come penso

  3. Kassandro on
    adenosina

    anche fare 50 finali diversi è inutile perchè ad esempio io non mi rimetterei mai a giocare N volte un gioco così, se arrivo a 2 è pure tanto, perchè diciamocelo alla fine il vero limite di questi giochi è il gameplay che ad un tratto vorresti eliminare del tutto

    Esatto, in parte.
    Rigiocare 300 volte le solite scene di HR mi frantumo' i coglioni .. Per vedere un Po di finali.
    Il limite lì era dover rifare pari pari l 80% delle situazioni.
    Bisogna trovare un buon equilibrio tra situazioni e "peso" delle stesse.
    Avere tanti finali ma deboli secondo me è controproducente

1 2

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.