Bioware parla del mancato DLC di Mass Effect: Andromeda e dello sviluppo di Anthem

Casey Hudson è tornato in Bioware in veste di General Manager e per l’occasione ha pubblicato sul blog della software house una lettere aperta ai fan per spiegare la nuova direzione creativa dello studio.

Casey Hudson torna in Bioware e sostituisce Aaryn Flynn

Sarà un grande anno. C’è così tanto da dire che ho voluto fare un post sul blog in cui condividere qualche pensiero e novità con voi direttamente. Si tratta del primo di una serie di post in cui vorrei parlarvi della nostra visione per Bioware, cosa questo significa per i nostri prossimi titoli, e condividere alcune storia riguardanti lo sviluppo mentre ci dirigiamo verso il lancio di Anthem.

Ho iniziato la mia storia con Bioware 20 anni fa. Ho lavorato su molti nostri titoli, in veste di producer/director di Star Wars: Knights of the Old Republic e la Mass Effect Trilogy. Qualche anno fa, ho preso una strada differente, ho avuto una grande esperienza con Microsoft lavorando sulla realtà mista e su HoloLens. Ma il ‘Great White North’ (riferito al Canada, ndr) mi ha chiamato a casa di nuovo quando mi è stata offerta la possibilità di tornare in Bioware come general manager. L’idea di guidare la compagnia per cui ho collaborato per molto tempo, e ritornare a lavorare sui mondi di gioco che amo, è stata una cosa che non potevo lasciarmi scappare.

Quando la scorsa Estate sono tornato in Bioware, Mass Effect: Andromeda era stato appena lanciato e c’erano molti giocatori che chiedevano di un DLC riguardante i quarians. Come sapete, non abbiamo potuto lavorare sui DLC della storia di Andromeda-questo è stato frustrante per noi così come per voi giocatori, ed è stato qualcosa che sapevamo di dover risolvere nei nostri prossimi giochi.

Quell’esperienza è diventata un momento determinante per ridefinire la missione di Bioware. Dobbiamo deliziare i giocatori con esperienze nuove e innovative, ma dobbiamo restare concentrati sull’importanza del mondo, dei personaggi e dello storytelling che i giocatori si aspettano dai nostri giochi. E i nostri giochi devono essere disegnati per continuare a consegnare nuove storie ed esperienze, in un rapporto continuo con i giocatori nei mondi che ci stiamo evolvendo insieme.

Questo spirito ci sta guidando durante la produzione di Anthem-un gioco pensato per creare un interno nuovo mondo ricco di storie e personaggi che potrete ammirare con i vostri amici in una serie di avventure continue. Sarà diverso da qualsiasi cosa voi abbiate giocato, ma se lo facciamo bene, si sentirà molto chiaramente il nome di Bioware.

La prossima volta vi parlerà di più di come la nostra nuova missione come studio ci sta aiutando per concentrare il nostro lavoro su Anthem e i giochi che seguiranno.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.