Il Belgio vuole instaurare un dialogo con l’industria videoludica sulla questione loot box

Delle loot box di alcuni giochi dichiarate illegali in Belgio ve ne abbiamo già parlato, ma la storia non è ancora finita. I produttori di videogiochi dovranno infatti mettersi in regola per rispettare le leggi dello stato, ma prima di prendere seri provvedimenti, Koen Geens, ministro della giustizia belga, ha dichiarato di voler incontrare i rappresentanti dell’industria e avviare così un dialogo sulla questione.

“Siamo intenzionati a procedere contro le aziende che non adegueranno i loro titoli alle normative, ma non avverrà domani. Di certo concederemo loro del tempo, ma non sarà illimitato.”

Loot box dichiarate illegali anche in Belgio

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.