Mass Effect Revelation - Articoli

Dopo il grande successo di Mass Effect e con il sequel in arrivo, gli appassionati dell'avventura fantascientifica di Bioware potranno fare un tuffo nel passato con questo romanzo, prequel ambientato nello stesso universo immaginifico del videogame uscito su Xbox 360.

Una delle domande che assilla l’uomo da anni è: “L’universo è finito o infinito?”
O anche: “Esistono altre forme di vita nello spazio?”. E infine: “L’uomo colonizzerà altri pianeti?”.
Quesiti esistenziali e massicci di questo calibro hanno interessato e tuttora incuriosiscono scienziati, scrittori, teologi, astronomi, filosofi, registi e… videogiocatori.
Ma soprattutto, da quando sul nostro piccolo e sperduto pianetucolo chiamato Terra è atterrata “l’astronave” Mass Effect, capitanata da eroi spaziali reduci di fantastiche imprese, i nostri occhi e la nostra mente si sono aperti. Le risposte a quelle domande che ci eravamo posti hanno trovato conferma, seppur con natura diversa: l’universo non solo è infinito, ma persino giocabile!
 
Diciamocelo: Mass Effect rappresenta e ha rappresentato per noi gamers non solo un punto inarrivabile per quanto concerne la narrazione sotto forma ludica, ma anche un assoluto e indiscusso strumento d’intrattenimento per tutti gli appassionati di fantascienza e scienza.
Personaggi carismatici, sceneggiatura ricca di colpi di scena, astronavi e pianeti come se piovesse e una serie di missioni spettacolari.
 
Ed è così che Drew Karpyshin, un omone dalla stazza incredibile pari solo alla sua fantasia, ha dato vita a un libro interstellare: Mass Effect – Revelation (edito da Multiplayer.it). 
Altro non è che il prologo ufficiale delle vicende raccontate nel primo episodio del gioco targato Bioware Corp. Ma non solo: i veri fan di Mass Effect ritroveranno tra le pagine tante risposte alle domande “sospese” alle quali si sono sottoposti. 
Per esempio sarà chiaro chi sia effettivamente Saren, il nemico per antonomasia della storia, e come mai abbia scelto una strada corrotta nonostante sia un rappresentante intergalattico. Poi, seguirete le vicende che portano all’ascesa militare e coraggiosa del capitano Anderson, l’uomo un po’ misterioso nonché mentore che aiuta Shepard (il vostro alterego in Mass Effect) nelle sue improbabili imprese. E in più tante, ma davvero tante curiosità; piccoli pezzi di puzzle che ricostruirete appieno solo dopo aver giocato il titolo. Infine la comparsa di nuove razze spietate come i Batarian, presenti sporadicamente solo nell’espansione Impatto Imminente, scaricabile dal Marketplace Live.
 
Insomma, traendo le somme Mass Effect Revelation è un ottimo libro per i fan del videogame, per non dire un tassello aggiuntivo e indispensabile al plot narrativo già gustato in precedenza con il controller X360 tra le mani. Per i cultori di fantascienza in generale potrebbe risultare un po’ deboluccio, soprattutto se paragonato ai romanzi dei grandi del genere, come Arthur Clarke, Philip K. Dick, Isaac Asimov, Dan Simmons, Douglas Adams, e tanti altri.
Mr. Karpyshin rimane comunque un grande autore di storie videoludiche: a lui spettano di diritto quella dello stesso Mass Effect (e dei suoi futuri seguiti), dell’innovativo Jade Empire e dell’impareggiabile Star Wars Knight of the Old Republic, a nostro parere persino più coinvolgente di alcune pellicole “originali” lucasiane.
 
Nell’attesa snervante del prossimo capitolo della serie, che dovrebbe comparire in esclusiva sulle console Microsoft agli inizi del prossimo anno, potreste approfondire l’inizio della storia del “gioco galattico” per eccellenza.
Oltre che avere la scusa per leggere un interessante libro sotto l’ombrellone questo Agosto.
Già, a proposito: buone vacanze da Console-Tribe!