Nintendo Switch – Gli indie che vorrei – Dead Cells e Momodora: Reverie Under the Moonlight - Articoli

La nuova console Nintendo sta piano piano diventando il paradiso degli indie.
La cura che Nintendo stessa sta mettendo nello scegliere quale particolari indie far arrivare sulla sua ultima creatura permette di mantenere lo standard piuttosto elevato e questo non può che far piacere a noi giocatori.

Con l’annuncio di Owlboy dei D-Pad Studio in arrivo su Nintendo Switch, uno degli indie che desideravo fortemente per quella che per la sua stessa natura è diventata la mia console principale, mi sono messo a cercare quali altri indie promettenti sarebbe fantastico avere sull’ibrida di Nintendo.

Dead Cells

La prima scelta è ricaduta su Dead Cells, l’interessantissimo progetto dei francesi Motion Twin, attualmente in Early Access su Steam.
Dead Cells è il perfetto punto di incontro tra Castlevania e Dark Souls creando quasi un nuovo genere che gli stessi sviluppatori hanno battezzato Roguevania.
Con una struttura che ricorda il gioco di azione a scorrimento di Konami e una difficoltà e un sistema di punizione con tanto di morte permanente che invece evoca ricordi della serie dei From Software, Dead Cells si dimostra già in uno stato avanzato di sviluppo nonostante l’Early Access con tonnellate di contenuti e una giocabilità molto godibile.
A differenza di Dark Souls dove la morte ci costringeva a recuperare i nostri averi dal cadavere della precedente partita, in Dead Cells la morte è decisamente più punitiva.
Morendo, il gioco riparte dal principio e il labirinto viene rigenerato proceduralmente, andando a rappresentare un’esperienza nuova e tutta da scoprire. Gli unici progressi che vengono memorizzati sono le evoluzioni che abbiamo sbloccato per le armi, che ritroveremo nel momento in cui recupereremo quella particolare arma.

Inutile dire che il tutto si sposerebbe perfettamente con la portabilità di Nintendo Switch oltre al fatto che la grafica in pixel art gioverebbe tremendamente del piccolo schermo della console.

Alla domanda di eventuali versioni console, gli sviluppatori hanno risposto che attualmente sono concentrati sull’Early Access della versione PC, ma che il loro engine non comporterebbe tantissimo lavoro per eventuali porting.
Personalmente non mi resta che incrociare qualsiasi coppia di dita sia in grado di fare e sperare in un annuncio per Nintendo Switch.

Di seguito potete vedere il trailer dell’annuncio.

Momodora: Reverie Under the Moonlight

Altro giro, altro metroidvania.
Grazie al mondo indie, uno dei miei generi preferiti non è andato perso.

Momodora: Reverie Under the Moonlight possiamo dire che tratta la struttura metroidvania decisamente con leggerezza, ma si concentra sul lato action-platformer, presentando diverse sezioni impegnative.
Alla guida della chierica Kaho, dovremo affrontare schiere di mostri armati di una semplice foglia e del nostro fidato arco.
L’atmosfera dark fantasy richiama alla mente il colossal di Konami, Castlevania.
Il livello di sfida è piuttosto elevato e la progressione è non lineare, premiando l’esplorazione.
Lo stile grafico sfrutta come ormai è tradizione per le produzioni indie una pixel art però di buona fattura e piacevole alla vista che mischia 8bit con 16bit, piegando più verso l’8bit.
Attualmente Momodara: Reverie Under the Moonlight è disponibile su PC, Xbox One e Ps4.
E’ inutile dire che una versione per Nintendo Switch sarebbe graditissima.
Di seguito il trailer.

Questi sono i primi 2 di un lungo elenco di indie che mi piacerebbe poter giocare sulla nuova ibrida di Nintendo.
E voi? Quali indie vorreste giocare su Nintendo Switch?

 

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.