Honor 7X - Hardware-Test

C’è una categoria di smartphone molto difficile da recensire. Si tratta dei medio di gamma Android, cellulari che uniscono un prezzo non eccessivo a prestazioni di buon livello. Il problema di questi device è che nel tempo, purtroppo, finiscono per assomigliarsi tutti non potendo (per via del costo) offrire spunti tecnologici di livello. Riuscirà questo Honor 7x a sfatare questo mito?

Confezione e aspetto

All’interno della scatola troviamo ovviamente il device, il caricabatteria da viaggio e il cavo per la ricarica. Il display è da 5,93” (risoluzione 2160×1080 FHD+) ha un rapporto di 18:9, il che gli permette di offrire un maggiore spazio di visuale senza aumentare le dimensioni del device, che infatti rimangono nella norma: 156,5×75,3×7.6mm per un peso di 165gr. Il vetro del display è leggermente arrotondato per aiutare il grip. Nel bordo laterale destro sono ospitati il bilanciere del volume ed il tasto di accensione, sul lato sinistro troviamo il carrellino che può ospitare due sim o in alternativa una sim ed una microsd di espansione con capienza massima pari a 256gb. Nella parte inferiore incontriamo il primo microfono ed l’ingresso micro-usb per la ricarica, mentre nella parte superiore viene ospitato il jack per le cuffie. La parte posteriore del device ospita la doppia fotocamera, il flash led ed il sensore per le impronte digitali, purtroppo non cliccabile. La scocca è disponibile in varie colorazioni: Gold, Aurora Blue e Black.

Caratteristiche tecniche e uso quotidiano

Così come nella forma, anche nella sostanza questo Honor 7x non delude le attese, infatti è mosso da un chipset Kirin 659 che nasconde al suo interno un processore octacore Cortex a53 ed una GPU Mali-T830 MP2. Inoltre troviamo 4GB di Ram ed una memoria rom che arriva fino a 128GB di spazio disponibile. La versione di Android è la 7.0 Nougat con interfaccia personalizzata Emui nella versione 5.1. Dopo la prima accensione e le prime installazioni ci renderemo subito conto di due cose: lo schermo da 18:9 è una genialata pazzesca. Infatti ci offre la possibilità di avere più spazio a nostra disposizione, permettendoci però di non dover convivere con l’effetto padella di altri device. Ci accorgeremo inoltre di come le performance del device vadano ben oltre il prezzo contenuto di vendita. Infatti la risposta del software sarà sempre pronta e solo raramente noteremo rallentamenti e praticamente mai blocchi, anche aprendo molte app contemporaneamente. Inoltre dopo l’ultimo aggiornamento, con applicazioni compatibili al dual screen, ad ogni ricevimento di notifica potremo selezionare di continuare a fare quello che stavamo facendo (ad esempio guardare youtube) in una metà dello schermo, mentre nell’altra metà del display ci verrà mostrata l’app della notifica. Dopo qualche giorno d’uso ho appreso una cosa: con questo Honor 7x sarà facile dimenticarsi di caricare la batteria. Infatti anche dopo una giornata intensa arriveremo a sera con il 30% di carica. Il display IPS è visibile sotto ogni condizione di luce, grazie a dei colori davvero brillanti. Il WiFi è di ultima generazione abgn/ac mentre la ricezione è sempre ottimale grazie al modulo LTE. L’audio del vivavoce è potente, anche se andrà in distorsione nelle frequenze più basse.

Multimedia e gaming

Dal punto di vista multimediale Honor 7x offre molto per la sua categoria, infatti troviamo una dual camera con 16mp con risoluzione massima per le foto di 4068×2456 pixel e che ci consente di registrare video fullhd a 30fps. Le foto vengono molto bene in condizioni di buona luminosità, soprattutto nelle macro, che grazie alla doppia fotocamera offrono un ottimo effetto sfocato che risalta i soggetti. I video hanno un’ottima qualità purtroppo però si sente la mancanza di uno stabilizzatore che avrebbe aiutato nelle riprese in movimento. Per quanto riguarda l’audio, l’altoparlante sistemato in basso ci permetterà di ascoltare la nostra musica senza troppi problemi anche con il device poggiato su una superficie fonoassorbente, con una buona resa dei suoni. Dal punto di vista del gaming, provando il solito Asphalt 8, non noteremo perdite di framerate e di dettagli, ed il tutto girerà sempre al massimo del suo potenziale.

Finish

Quindi alla fine cosa dire su questo device? È un ottimo esponente della sua categoria venduto ad un prezzo interessante (si trova a poco più di 260 euro). Peccato che Honor abbia deciso di rimuovere il chip nfc e che il device, forse per non entrare in concorrenza diretta con gli smartphone Huawei, non offra quel “quid” in più che gli avrebbe permesso di fare un salto di qualità se paragonato ai suoi predecessori.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.