FIFA 15 - Anteprima

La scorsa generazione di console ha visto il dominio incontrastato della serie FIFA per quanto riguarda gli sportivi calcistici dopo anni di dominio di PES nella generazione precedente. Questa nuova generazione è ormai iniziata da quasi un anno e senza ombra di dubbio la serie FIFA si è trovata in una situazione di vantaggio vista l'ottima qualità presentata da FIFA 14 e dalla mancanza di un competitor come PES 2014 che ha preferito prendersi un anno aggiuntivo per debuttare su PS4 e Xbox One.
Dunque quali sono i piani di EA Sports con FIFA 15? Vista la già ottima base di partenza il team di sviluppo questa volta non vuole portare una rivoluzione in FIFA 15 ma punta ad affinare il gameplay e continuare a lavorare sull'atmosfera generale che si può provare in un campo da gioco.

La scorsa generazione di console ha visto il dominio incontrastato della serie FIFA per quanto riguarda gli sportivi calcistici dopo anni di dominio di PES nella generazione precedente. Questa nuova generazione è ormai iniziata da quasi un anno e senza ombra di dubbio la serie FIFA si è trovata in una situazione di vantaggio vista l’ottima qualità presentata da FIFA 14 e dalla mancanza di un competitor come PES 2014 che ha preferito prendersi un anno aggiuntivo per debuttare su PS4 e Xbox One.
Dunque quali sono i piani di EA Sports con FIFA 15? Vista la già ottima base di partenza il team di sviluppo questa volta non vuole portare una rivoluzione in FIFA 15 ma punta ad affinare il gameplay e continuare a lavorare sull’atmosfera generale che si può provare in un campo da gioco.

Feel the Game

Con una base così ottima come quella di FIFA 14 non era un’impresa da poco riuscire a fare di meglio con FIFA 15, eppure sembra promettere molto bene la strada intrapresa da EA Sports. Il team di sviluppo non solo ha migliorato l’agilità e la reattività ai comandi dei giocatori, ma ha aggiunto una serie di animazioni che permettono un controllo della palla ancor più preciso e accurato. Promette bene anche il lavoro che stanno facendo per migliorare la fisicità generale, adesso è ancora più importante proteggere la palla per non perderla. Fisicità che si fa sentire soprattutto in fase difensiva e che viene messa in risalto anche grazie a nuove animazioni nei contrasti adesso più realistici. Capitava spesso in FIFA 14 di entrare in scivolata sul pallone e di perdere immediatamente il controllo del pallone, adesso i giocatori, complici le nuove animazioni, si comportano in modo più intelligente cercando di tenere il pallone più vicino negli interventi in scivolata per far ripartire immediatamente l’azione e generare un contropiede.

A proposito di intelligenza, EA Sports sta lavorando molto anche sull’IA dei giocatori donandogli comportamenti più consoni al momento in cui si trova la partita. Sono in vantaggio e mancano pochi minuti alla fine? La squadra tenderà a prendersi meno rischi e di affidarsi al possesso palla per temporeggiare. Sono in svantaggio e devo recuperare la partita? Ovviamente la squadra si prenderà più rischi per imbastire azioni da gol. Ad aiutare in tal senso ci pensano anche due nuove tattiche veloci selezionabili tramite le frecce destra e sinistra del D-Pad. Adesso si va oltre le tattiche Ultra Difensive o Ultra Offensive. Con Park the Bus tutta la squadra sarà dietro la linea difensiva con magari un solo uomo posizionato più avanti per generare dei contropiedi (in pratica saremo dei novelli Mourinho). Con Tutti all’Attacco la situazione è ovviamente l’opposta di quanto descritto un attimo fa. Anche sull’uno contro uno la situazione sembra migliorata, con il difensore che adesso temporeggia quanto più possibile piuttosto che affondare un tackle immediatamente. Miglioramenti anche sui comportamenti dei portieri grazie a oltre 50 nuove animazioni e un’IA più raffinata. I portieri sembrano più consci di ciò che accade sul campo, donando al tutto un maggiore realismo e una maggiore varietà.

Infine anche la fisica della palla sembra essere stata leggermente migliorata. In FIFA 14 era stata posta una particolare attenzione e cura sul pallone e gli ottimi risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma adesso il pallone sembra essere più difficile da controllare nei contrasti, e il minimo tocco può sporcare la traiettoria della palla rendendone il controllo ancora più difficile.

Contenuti migliorati

FIFA è sempre stato molto apprezzato grazie ai suoi contenuti capaci di generare decine se non centinaia di ore, e anche quest’anno EA Sports promette di ampliare l’offerta ludica.

Partiamo con le licenze che purtroppo vedrà la mancanza del campionato brasiliano, ma a farsi perdonare ci penserà la licenza ufficiale della Lega Serie A con tanto di font ufficiali sulle maglie, grafiche e trofei ufficiali. Novità assoluta è l’aggiunta della Lega Turca che col passare degli anni sta ritagliandosi un suo spazio nel panorama europeo grazie a squadre come il Galatasaray. Infine altra grande novità è l’ampliamento sostanziale della Premier League grazie all’aggiunta di tutti e venti gli stadi del massimo campionato inglese e una maggiore cura nella creazione dei volti dei giocatori. Altra piccola novità è l’introduzione della Goal Line Technology che abbiamo avuto il piacere di conoscere ai campionati mondiali terminati lo scorso mese, mentre per lo spray sui calci di punizione bisognerà invece aspettare il prossimo anno.

La modalità Carriera è stata potenziata ulteriormente. Migliorata la ricerca dei calciatori così come i trasferimenti, e gli scout adesso hanno a loro disposizione molti più strumenti per esaudire con maggiore precisione le nostre richieste. La gestione della squadra è adesso molto più fluida e veloce grazie a un nuovo sistema adottato per l’occasione. Innanzitutto possiamo cambiare con estrema precisione la posizione in campo dei giocatori e inoltre sarà possibile salvare un massimo di sei formazioni, incluse le tattiche, strategie e giocatori messi in campo. Quante volte durante la carriera vi sarà capitato di dover cambiare uno dopo l’altro tutti e 11 i giocatori per schierare in campo gli 11 titolari per la partita di coppa? Adesso grazie a questo sistema di salvataggio della formazione il tutto si potrà fare con un semplice click senza ulteriori perdite di tempo.

Miglioramenti anche nella modalità Ultimate Team che quest’anno festeggia il suo quinto anniversario, e che ad’oggi è sicuramente la modalità più giocata dagli utenti di tutto il mondo. Innanzitutto si potranno ingaggiare dei giocatori in prestito per un numero limitato di partite, magari per fare esperimenti e vedere come si integrano con il resto della squadra o per testare pad alla mano le loro caratteristiche. A proposito di esperimenti è stata aggiunta la possibilità di creare una squadra sperimentale aggiungendo uno strumento di pianificazione che vi permette di creare una squadra per vedere come migliora l’intesa tra i giocatori e decidere in seguito se acquistare o meno un calciatore. Infine sono state aggiunte le Stagioni con gli amici permettendovi di sfidare un amico in una stagione 1v1. Confermata inoltre l’esclusiva su Xbox One e su Xbox 360 delle Leggende in Ultimate Team che quest’anno si arricchisce di 15 nuovi giocatori come Roberto Carlos, Franco Baresi e così via.

Il gioco online in generale sarà molto più veloce di prima con un nuovo sistema di matchmaking che una volta terminata una partita darà subito il via alla ricerca di un nuovo giocatore da sfidare. Si vanno quindi ad eliminare tutti quei tempi morti che vi costringevano a dover riavviare manualmente la procedura di matchmaking per trovare un avversario. L’EA Sports Football Club sarà molto più integrato e avrà nuove funzioni social che vi permetteranno di pubblicare notizie, interagire con gli amici e di accedere al catalogo Football Club o ai messaggi in maniera più veloce e fluida grazie a un apposito widget. Infine anche Match Day, sistema che vi permette di aggiornare ogni settimana squadre e giocatori, è stato migliorato con un apposito hub per le notizie fornendovi articoli, statistiche e le classifiche dei campionati direttamente nel menu.

L’atmosfera delle grandi occasioni

Come anticipatovi all’inizio di questo articolo, EA Sports ha lavorato molto per migliorare l’atmosfera generale sul campo di gioco, fattore con il quale la serie ha sempre latitato un po’ e che ha fatto i suoi primi passi in avanti proprio con l’avvento delle console di nuova generazione. Adesso i calciatori si sentiranno molto più coinvolti nell’azione di gioco e reagiscono in base a ciò che accade sul campo. Un giocatore subisce troppi falli? Inizialmente si limiterà a guardare storto l’arbitro, ma in seguito potrebbe manifestare rabbia e frustrazione, magari prendendosela anche con gli avversari che lo stanno tartassando di falli. Anche il comportamento dei compagni sarà contestualizzato. Ignorare troppe volte un compagno di squadra smarcato potrebbe causare gesti di rimprovero oppure incoraggiamento per fare meglio la prossima volta. Tutto ciò non influirà direttamente nel gameplay ma ci farà sentire più partecipi e più coinvolti nel match. Anche i tifosi vi aiuteranno a sentirvi più coinvolti con coreografie, cori e incitamenti che promettono un netto passo in avanti rispetto al passato.

L’illuminazione generale sembra essere migliorata, così come la definizione degli spettatori e del campo. A proposito di campo di gioco è stato introdotto un sistema di usura del terreno dinamico che non si usura in maniera prerenderizzata, ma si in base a quello che accade durante la partita. Questa piccola novità potrebbe influire nel gameplay dato che la sarà più difficile controllare la palla in una zona di campo più consumata. I modelli poligonali dei calciatori sono stati rivisti, con degli interventi nelle proporzioni del fisico, in particolare il team si è concentrato sulla forma delle spalle. Il tutto per donare un look più atletico ai calciatori e, inoltre questo aspetto si rifletterà anche nei contrasti, adesso più realistici. Per quanto riguarda invece i volti dei calciatori, con l’estensione della licenza della Premier League sono stati promessi oltre 200 scan dei visi per il campionato inglese. Ma anche l’accordo raggiunto con la Lega Serie A permetterà di aumentare il numero di scan dei volti dei calciatori del nostro campionato.

Anche nel comparto sonoro le promesse sono più che positive. Oltre ai già citati effetti sonori dagli spalti, EA Sports utilizzerà una nuova tecnologia per la telecronaca. Grazie ad essa il team di sviluppo ha promesso una varietà maggiore e meno errori tecnici come invece accadevano nell’edizione precedente. Inoltre nell’edizione italiana ricordiamo che c’è stato un totale cambio di telecronisti con Pierluigi Pardo accompagnato da Stefano Nava al commento tecnico. Una scelta che sembra essere stata accolta molto positivamente da tutti giocatori della serie FIFA.

E per l’old-gen?

A livello contenutistico siamo sicuri che le versioni PS3 e Xbox 360 subiranno lo stesso trattamento. Ci sentiamo dunque di dire con una certa sicurezza che le migliorie della carriera, dell’Ultimate Team e del comparto online più in generale ci saranno. A livello di gameplay invece EA Sports ha già confermato che le migliorie sui portieri non ci saranno a causa di routine dell’IA non gestibili sui vecchi hardware. Il team di sviluppo ha comunque confermato che alcune feature descritte nell’articolo ci saranno, anche se non hanno specificato quali.

In conclusione…

L’intento di EA Sports sembra molto chiaro: niente rivoluzione, ma tanti piccoli accorgimenti che aiuteranno a rendere il gameplay ancora più realistico che in passato. Il lavoro fatto sull’atmosfera, da sempre tallone d’achille della serie, ci fa ben sperare per un prodotto più coinvolgente e divertente. Non vediamo l’ora di poter provare l’immancabile demo che anticiperà il lancio del videogioco a Settembre per poter testare tutte queste novità pad alla mano.

16 Commenti a “FIFA 15”

  1. Avr86SkNa on

    Ma perchè invece di fare giochi su giochi tipo Fifa e Pes che tra edizioni uguali tra loro cambiano solo le formazioni, creano patch anche a pagamento per poter aggiornare le formazioni?

    Cioè io ho Pes 2011 e Pes 2013 per Pc Originali per poterci giocare Online, e se li confronto sono dannatamente uguali, alla fine cambia la rosa della squadra con qualche innesto in più e qualche nuova mossa del giocatore da effettuare durante la partita, che poi io sinceramente non ho mai usato.

  2. Evalax on

    Ma perchè invece di fare giochi su giochi tipo Fifa e Pes che tra edizioni uguali tra loro cambiano solo le formazioni, creano patch anche a pagamento per poter aggiornare le formazioni?

    Cioè io ho Pes 2011 e Pes 2013 per Pc Originali per poterci giocare Online, e se li confronto sono dannatamente uguali, alla fine cambia la rosa della squadra con qualche innesto in più e qualche nuova mossa del giocatore da effettuare durante la partita, che poi io sinceramente non ho mai usato.

    Perchè un dlc non possono fartelo pagare 70 euro :asd:

  3. Avr86SkNa on

    Allora siamo stronzi noi a dare i soldi alla EA.

    Semplice.

    Io non acquisterò mai più un Pes per PC, anche perchè se non erro il gioco anline lo chiudono agni 3 anni, quindi io che ho pes 2013 fino al prossimo anno in teoria vado ancora bene.

    Anche perchè mi sono stufato di vedere lag su lag e perdita di punti solo perchè l'avversario si è disconnesso.

    Sono cose che fanno arrabbiare veramente, Non togliendo insulti pesanti ricevuto dopo aver vinto una partita, specialmente quando si gioca con un italiano.

    Ma bando alle ciance, credo che acquistare giochi uguali tra loro non ha senso.

  4. LucaS93 on

    Ma perchè invece di fare giochi su giochi tipo Fifa e Pes che tra edizioni uguali tra loro cambiano solo le formazioni, creano patch anche a pagamento per poter aggiornare le formazioni?

    Cioè io ho Pes 2011 e Pes 2013 per Pc Originali per poterci giocare Online, e se li confronto sono dannatamente uguali, alla fine cambia la rosa della squadra con qualche innesto in più e qualche nuova mossa del giocatore da effettuare durante la partita, che poi io sinceramente non ho mai usato.

    sai io come spero che sarà il futuro di questi giochi sportivi? il free-to-play! Il software di base con poche squadre gratis poi se si è interessati ai vari campionati si paga per ognuno di essi, o si acquista un mega pack contenente ad esempio i maggiori campionati europei o quelli americani ecc ecc sulla carte non la trovo un'idea pessima, ma ovviamente dipende tutto dai prezzi dei singoli pacchetti

  5. Stepet82 on

    sai io come spero che sarà il futuro di questi giochi sportivi? il free-to-play! Il software di base con poche squadre gratis poi se si è interessati ai vari campionati si paga per ognuno di essi, o si acquista un mega pack contenente ad esempio i maggiori campionati europei o quelli americani ecc ecc sulla carte non la trovo un'idea pessima, ma ovviamente dipende tutto dai prezzi dei singoli pacchetti

    Oddio, speriamo di no.

  6. LucaS93 on

    Oddio, speriamo di no.

    punti di vista :asd: però se con la possibilità di un f2p spendo meno dei classici 70€ ogni anno ne sarei più felice 🙂

  7. rewrew on

    punti di vista :asd: però se con la possibilità di un f2p spendo meno dei classici 70€ ogni anno ne sarei più felice 🙂

    Stai sicuro che in qualsiasi modo non pagherai meno di 70€ :asd:

  8. glenkocco on

    punti di vista :asd: però se con la possibilità di un f2p spendo meno dei classici 70€ ogni anno ne sarei più felice 🙂

    ma c'è il rischio che, con quella formula, inseriscano modi per farti spendere un casino lo stesso, non dico facendolo diventare un p2w per il gioco online, però boh.. qualcosa si inventerebbero dato che ora tutti sganciano 70€/$ al colpo, con un f2p a pacchetti potrebbero tutti pagare meno, e a EA "tutti pagano meno" non va bene :asd: non va bene per niente :asd:

  9. LucaS93 on

    ma c'è il rischio che, con quella formula, inseriscano modi per farti spendere un casino lo stesso, non dico facendolo diventare un p2w per il gioco online, però boh.. qualcosa si inventerebbero dato che ora tutti sganciano 70€/$ al colpo, con un f2p a pacchetti potrebbero tutti pagare meno, e a EA "tutti pagano meno" non va bene :asd: non va bene per niente :asd:

    infatti il problema è che stiamo parlando proprio di EA :asd:

  10. glenkocco on

    Per le console sony pare che si debba aspettare il 10 settembre per poter scaricare la demo!

    si, è stato inserito anche nella news della demo 😉 domani sarà disponibile per le console Sony!

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.