Assassin’s Creed Origins – The Hidden Ones - DLC

Assassin’s Creed Origins ha rappresentato senza ombra di dubbio una rinascita per la celebre serie di Ubisoft. Non solo stiamo parlando di un ottimo gioco in tutte le sue componenti, ma anche di un titolo enorme e che è continuato a crescere nei mesi successivi grazie al costante supporto della casa francese che ha rilasciato nuovi DLC gratuiti. Da qualche giorno è disponibile la prima espansione inclusa nel Season Pass chiamata The Hidden Ones (o Gli Occulti per noi italiani) che aggiunge un nuovo capitolo alla storia di Bayek.

Il Credo degli Assassini

Se con il gioco originale abbiamo scoperto le motivazioni che hanno spinto Bayek e sua moglie Aya a creare la confraternita, in The Hidden Ones scopriremo le origini delle leggi che guidano il credo come “non affondare la lama nella carne degli innocenti” quando la confraternita era ancora nota come “Gli Occulti”. La storia è ambientata quattro anni dopo la fine di Origins e vede Bayek trasferirsi in Siria per aiutare la confraternita dall’assalto del Primo Ordine. Non è bastata infatti la morte di Cesare per distruggere il Primo Ordine, è un po’ come l’HYDRA nell’universo Marvel: “se tagli una testa ne spuntano altre due”.

The Hidden Ones segue la medesima struttura del gioco originale, per arrivare a Rufio, colui che guida gli assalti delle truppe romane del Primo Ordine, bisogna prima eliminare i suoi tre sottoposti. La narrazione quindi appare un po’ frammentata nella prima parte per poi andare spedita nella seconda parte alzando il ritmo e facendo sempre un occhiolino ai fan della serie.

Dal punto di vista del gameplay si segnalano pochissime novità se non per il fatto che la nuovissima mappa presenta una maggiore verticalità da sfruttare per osservare dall’alto gli avamposti nemici che si presentano di dimensioni ancora più grosse rispetto al passato incentivando quindi lo stealth poiché se scoperti vi troverete ad affrontare un enorme numero di soldati. I sottoposti di Rufio inoltre presentano alcune peculiarità come il vestirsi come i loro capitani rendendo così impossibile l’individuazione tramite Senu. Il level cap è stato alzato da 40 a 45, di conseguenza è opportuno iniziare questo DLC con il vostro personaggio ben equipaggiato e skillato. Non mancano una serie di quest secondarie ad affiancare quella principale che garantiscono una longevità tutto sommato soddisfacente rapportata ai 9,99 euro richiesti per accedere al DLC.

In conclusione

Definire The Hidden Ones il miglior DLC della storia della serie Assassin’s Creed non è azzardato, anzi. Ubisoft ha realizzato un pacchetto molto interessante che possiamo considerare un vero e proprio sequel di Origins. Forse si poteva osare di più per quanto riguarda le novità, ma una storia ben scritta che rivela nuovi retroscena sull’ordine degli Assassini, un buon numero di contenuti e il già ottimo gameplay che ci siamo goduti in Assassin’s Creed Origins sono elementi che rendono questo DLC assolutamente consigliato ai fan.

Un Commento a “Assassin’s Creed Origins – The Hidden Ones”

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.