Assassin’s Creed Unity: tutto quello che sappiamo finora - Articoli

Assassin’s Creed: Unity, nuovo capitolo della celebre saga di Assassin’s Creed, è stato finalmente annunciato da Ubisoft. Cosa sappiamo però finora di questo nuovo titolo della guerra tra templari ed assassini? Cerchiamo di scoprirlo assieme, grazie anche alla collaborazione con la pagina Facebook “Le Verità dell’Animus”.

Assassin’s Creed: Unity, nuovo capitolo della celebre saga di Assassin’s Creed, è stato finalmente annunciato da Ubisoft. Cosa sappiamo però finora di questo nuovo titolo della guerra tra templari ed assassini? Cerchiamo di scoprirlo assieme, grazie anche alla collaborazione con la pagina Facebook “Le Verità dell’Animus”.

Storia nel presente

Dopo gli eventi di Assassin’s Creed III, il giocatore è stato messo ai comandi di un personaggio del tutto nuovo: non più un assassino come Desmond Miles, il vecchio protagonista, ma una persona “neutrale” e dipendente dell’Abstergo Entertainment, la sezione d’intrattenimento dell’Abstergo. Mano a mano che si proseguiva nell’avventura poi, si veniva a conoscenza della lotta segreta (e millenaria) tra Assassini e Templari.
A causa però della riservatezza assoluta che Ubisoft è riuscita a tenere per questo nuovo capitolo, sulla storia che si svolgerà nel presente non è possibile fare nessun tipo di congettura. Grazie ad alcuni elementi apparsi su Assassin’s Creed: Initiates, sito web gestito da Ubisoft stessa in cui vengono rivelati dettagli sulla saga, sarebbe possibile poter abbozzare una trama.
In questi mesi infatti, AC Initiates ha contribuito nel colmare alcune mancanze narrative e parallelamente a portare avanti il filone narrativo incentrato sul presente. Quest’ultimo, a partire dalla fine del 2012, si è allineato con l’effettivo scorrere del tempo permettendo di seguire giorno dopo giorno vicissitudini di personaggi nuovi e vecchi. Ricostruire i fatti in maniera sintetica ci permette di avere un quadro più nitido del prossimo futuro di Assassin’s Creed: con Black Flag abbiamo visto ciò che rimaneva del team di Desmond , che si infiltrava all’interno dell’Abstergo Entertainment per recuperare dati preziosi sull’operato Templare. Il giocatore impersona un anonimo dipendente Abstergo che fa da collegamento tra loro e l’obbiettivo di interesse. Gli eventi legati al gioco si concludono nell’ultima settimana di novembre 2013: da qui, Initiates riprende il racconto. Nei mesi successivi vedremo Gavin, personaggio la cui caratterizzazione è stata completamente costruita attraverso il sito, prendere in mano le redini di ciò che resta della Confraternita degli Assassini dopo che l’amico Bill Miles, padre di Desmond, si è tirato fuori dallo scontro dopo aver perso il figlio negli eventi di Assassin’s Creed III. Sulla sua nave, la Altair II, Gavin girerà il mondo passando dal Giappone fino ad arrivare in Russia. Lungo questo viaggio riorganizzerà ciò che resta delle forze degli Assassini. Contemporaneamente a tutto questo una quarta fazione entra in gioco: dopo Assassini, Templari e Coloro che vennero Prima arrivano gli Iniziati, un gruppo dall’identità misteriosa che attualmente si limita ad osservare e spiare il resto del mondo. Rappresentano la classica figura narrativa che sta nel mezzo, elusiva e di difficile contestualizzazione: sembrano organizzarsi per uno scontro e cercano di fare proprie le tecnologie e le informazioni dell’Abstergo, le stesse che ora i Templari stanno utilizzando per un enorme censimento genetico. Il piano utopico di controllo assoluto del mondo ora più che mai si concentra sul DNA, con l’obbiettivo di riappropriarsi di quei “doni sottratti” di cui la Prima Civilizzazione, creatrice del genere umano, ha deciso le sorti. Fuori da questo tumulto una Giunone liberata si prepara per il suo ritorno, un pericolo incombente che determinerà gran parte delle azioni future dei protagonisti.
Difficile dire cosa vedremo in Unity, ma considerata la struttura della trama nota, il background del presente ha sempre giustificato le esperienze nel passato. Ora che Desmond è morto e i suoi dati genetici sono a disposizione completa dell’Abstergo viene da chiedersi se il nuovo Assassino francese sia un suo nuovo antenato. Quale sia il motivo di questa estrazione di ricordi genetici non ci è dato saperlo. Forse la ricerca di un modo per bloccare la vendetta della “dea” ? Non resta che attendere.

Storia nel passato

Anche quest’anno, coloro che speravano tanto in un Assassin’s Creed ambientato in Giappone sono rimasti delusi ed hanno dovuto accontentarsi dell’epoca preferita da Jade Raymond, direttrice di Ubisoft Toronto e produttrice della serie, ovvero la Rivoluzione Francese, scartando anche l’ipotesi della Londra Vittoriana.
Nel teaser trailer mostrato per l’annuncio di Unity, è stato anche rivelato il nuovo assassino che si impersonificherà. C’è un ma: per la prima volta, non è stato mostrato il volto di quest’ultimo, lasciando un fitto alone di mistero. Visti anche i pochi lineamenti facciali che si possono dedurre, qualcuno ha ipotizzato il nome di Connor da Assassin’s Creed III ma, secondo un post dal blog di Ubisoft, non sarà il nativo americano a guidare la Confraternita Francese.

– Yep, a new Assassin, a new era –
– Sì, un nuovo Assassino, una nuova era –

I riflettori cadono a questo punto su Arno, o Arnault: questo, secondo un leak uscito ad inizio mese, potrebbe essere il nome del nuovo protagonista.

Passaggio generazionale

Ubisoft con Assassin’s Creed: Unity compie il passaggio totale alla next-gen, con un capitolo sviluppato appositamente sulle console di nuova generazione (e su PC, ovviamente). Molti affezionati della saga alla notizia hanno storto il naso, sentendosi “traditi” perché, seguendola da sempre non vogliono perdersi un nuovo capitolo o dover aspettare per giocarlo in quanto non possessori delle nuove macchine. 
È anche vero però che la “vecchia” generazione è sul mercato da sette anni, che in questo campo iniziano a essere persino troppi considerata la velocità con cui la tecnologia si evolve. Potrebbe essere lecito quindi che dopo quasi una decade e ben sei episodi di uno stesso brand (contando solo le uscite su console fissa, che tra l’altro con Assassin’s Creed :Liberation HD diventano 7, volendo) gli sviluppatori sentano il bisogno di testare le nuove console, di alzare l’asticella delle possibilità in modo più marcato e avere sottomano una potenza di calcolo decine di volte superiore non è cosa da poco.
Non è una questione di mera grafica, insomma, un nuovo hardware permette di muoversi più agilmente con tutte le componenti tecniche di un videogioco e quindi parallelamente di poter osare anche sul lato artistico. Immaginiamo per esempio una Parigi gremita di persone tutte diverse e tutte indipendenti nel modo di comportarsi, qualcosa insomma difficilissimo da programmare: su una PS3 risulterebbe abbastanza complicato a causa delle limitazioni hardware, ma sicuramente più fattibile su una PS4, anche se “neonata” e ben lontana dall’essere sfruttata totalmente.
Gli affezionati, insomma, devono imparare a tenere il passo anche col passaggio alle nuove generazioni, pratica spesso dispendiosa per i portafogli, sicuramente, ma necessaria per poter seguire le proprie passioni.
Ripensando poi allo scorsa generazione, stavolta il passaggio è sicuramente meno doloroso visti i prezzi praticamente dimezzati delle nuove piattaforme.

Aspettative

Unity sarà quindi un titolo molto importante per la saga di Assassin’s Creed per due motivi: il primo, come già affermato in precedenza, a causa della sua uscita solamente su sistemi di nuova generazione e PC, il secondo in quanto successore di Black Flag capitolo che, nel bene o nel male, è stato apprezzato da molti fan.
Il nodo più importante da sciogliere per la software house francese sarà però quello relativo all’arco narrativo: Unity si porrà come “supporto” alla trama che si sta delineando in Initiates, così come è stato Black Flag, o porterà avanti la trama in modo significativo?
E poi: il nuovo titolo riuscirà a sfruttare per bene la potenza di PS4 ed Xbox One, garantendo quindi ottimi dettagli grafici ed una IA più intelligente?

18 Commenti a “Assassin’s Creed Unity: tutto quello che sappiamo finora”

  1. glenkocco on

    da un lato la storia di AC è sempre stata interessante, dall'altra, però, come gioco non mi ha mai attirato e l'ho sempre lasciato sullo scaffale.. mah :asd:

  2. PabloB on

    Ho finito Black Flag su PC ieri sera… E' un gioco vergognoso, peggio del terzo che era gi√† campato per aria, senza senso, senza trama, senza un'idea della saga. Fascinoso solo per l'ambientazione piratesca, che dopo le prime 3 ore stufa.

    Infatti, non a caso, si torna in Europa. Una saga alla deriva.

  3. MmK83 on

    da un lato la storia di AC è sempre stata interessante, dall'altra, però, come gioco non mi ha mai attirato e l'ho sempre lasciato sullo scaffale.. mah :asd:

    Idem lol

    Ho provato il primo ma mai finito :asd:

  4. JanderSunstar on

    Secondo me Black Flag è comunque meglio di AC3 anche perchè Connor è un idiota insopportabile e piagnone. In compenso le parti nel mondo contemporaneo in AC3 potevano avere un senso ma il finale fa un pò schifo e sono di una difficoltà ridicola mentre in Black Flag le parti nel mondo odierno sono semplicemente inutili malfatte e insensate.

  5. Stepet82 on

    Ac3 è stato l'apoteosi del fail: tutto, dal gameplay al personaggio, erano sbagliati. Black flag invece mi è piaciuto abbastanza. Spero che con Unity cambino radicalmente il gameplay perché è ripetitivo già da anni. L'ambientazione potrebbe funzionare, ci sono molti spunti storici da sfruttare.

  6. SONICCO on

    il terzo è stato un cacatoio dalla storia al protagonista..solo i combattimenti navali erano interessanti

    il quarto capitolo invece √® stato bello,sar√† che ho sempre amato il tema piratesco ma era un titolo che non stancava…forse mostruosamente facile e con troppi aiuti..e la storia completamente inesistente e in secondo piano

    peggio di così non si può cadere in basso? certo, dice ubisoft

    infatti anzich√® sviluppare sul giappone feudale che tutti volevano se ne sono usciti con la francia che a primo impatto del trailer avr√† le stesse costruzioni e abitazioni di ac3 pi√Ļ un notre dame cacato in mezzo

    furba quella ubisoft che c'ha il lavoro pronto..

  7. Hikari90 on

    Cavoli in genere non sono mai in cosi' palese disaccordo se c'√® da dire che qualcosa fa cagare…pero' a me AC3 come gioco √® piaciuto abbastanza, ed il finale l'ho trovato geniale, nessuna polemica, mi domando se ho qualcosa che non va ‚Ěď

  8. SONICCO on

    Cavoli in genere non sono mai in cosi' palese disaccordo se c'√® da dire che qualcosa fa cagare…pero' a me AC3 come gioco √® piaciuto abbastanza, ed il finale l'ho trovato geniale, nessuna polemica, mi domando se ho qualcosa che non va ‚Ěď

    uno si aspetta di solito la sfida finale,il cattivone cazzuto…cazzo √® un videogioco non una puntata di "il peccato e la vergogna"

    non è stato piacevole com'è finito,insoddisfacente e senza neanche tanti sforzi

  9. Kassandro on

    Devono tornare alle città, ai monumenti storici, alle scalate, alla fedeltà storica che caratterizzava il primo episodio.

    Devono tornare ad Assassin Creed 2…

  10. glenkocco on

    Devono tornare alle città, ai monumenti storici, alle scalate, alla fedeltà storica che caratterizzava il primo episodio.

    Devono tornare ad Assassin Creed 2…

    la rivoluzione francese potrebbe essere il modo migliore per tornare ad avere quelle caratteristiche.

  11. wedcutty flam on

    Devono tornare alle città, ai monumenti storici, alle scalate, alla fedeltà storica che caratterizzava il primo episodio.

    Devono tornare ad Assassin Creed 2…

    Dovrebbero migliorare il gameplay,altro che monumenti storici (male non fanno,ma in un videogioco dovrebbe contare prima il gameplay)ma tanto la Ubisoft sa benissimo che tanto alla fine glielo comprate tutti.

  12. JanderSunstar on

    infatti anzich√® sviluppare sul giappone feudale che tutti volevano se ne sono usciti con la francia che a primo impatto del trailer avr√† le stesse costruzioni e abitazioni di ac3 pi√Ļ un notre dame cacato in mezzo

    furba quella ubisoft che c'ha il lavoro pronto..

    Okay, va bene che √® lo sport nazionale dei forum di videogiochi spalare letame su ubisoft e Assassin's Creed ma pensare che anche solo VAGAMENTE la Parigi del 1789 possa essere realizzata come le citt√† dell'America coloniale del 1764 √® pura follia. Probabilmente anche le baraccopoli fuori Marsiglia dell'epoca erano meglio di New York e Boston e anche tralasciando Notre Dame de Paris che spero proprio realizzino perlomeno al livello delle cattedrali e chiese di Assassin's Creed 2 e Brotherhood √® comunque noto che la Parigi del 1700 era PIENA di edifici bellissimi. Non so se ci sar√† uno schema anche a Versailles ma beh…diciamo che ci spero molto e non si pu√≤ certo dire che la Reggia di Versailles sia come la tenuta campagnola di Connor no?

    Se poi ci metteranno anche Londra come si vocifera sar√† ancora meglio almeno ipoteticamente e sempre dal punto di vista dell'impatto visivo e architettonico. Ovviamente il gioco potrebbe far schifo comunque ma …beh…spero di no!

  13. SONICCO on

    Okay, va bene che √® lo sport nazionale dei forum di videogiochi spalare letame su ubisoft e Assassin's Creed ma pensare che anche solo VAGAMENTE la Parigi del 1789 possa essere realizzata come le citt√† dell'America coloniale del 1764 √® pura follia. Probabilmente anche le baraccopoli fuori Marsiglia dell'epoca erano meglio di New York e Boston e anche tralasciando Notre Dame de Paris che spero proprio realizzino perlomeno al livello delle cattedrali e chiese di Assassin's Creed 2 e Brotherhood √® comunque noto che la Parigi del 1700 era PIENA di edifici bellissimi. Non so se ci sar√† uno schema anche a Versailles ma beh…diciamo che ci spero molto e non si pu√≤ certo dire che la Reggia di Versailles sia come la tenuta campagnola di Connor no?

    Se poi ci metteranno anche Londra come si vocifera sar√† ancora meglio almeno ipoteticamente e sempre dal punto di vista dell'impatto visivo e architettonico. Ovviamente il gioco potrebbe far schifo comunque ma …beh…spero di no!

    na volta la cara ubisoft aveva fatto un sondaggio per vedere che scenario gradivano i suoi fan e la maggiorparte dei voti è andata diretta al giappone feduale(c'erano anche alcuni voti per la russia)..la francia neanche c'era nel sondaggio

    oggi se ne escono con la francia…ci permetti che uno si rompe parecchio co ste prese per il culo? e poi ubisoft la conosciamo molto bene lei e i suoi bei lavori che spesso san di deja v√Ļ..

    che poi unity,c'√® pure probabilit√† che non √® neanche un capitolo diretto ma uno spinoff stile brotherdhood/revelation…se √® cos√¨ per me √® scaffale a occhi chiusi

  14. Strazeroni on

    Cavoli in genere non sono mai in cosi' palese disaccordo se c'√® da dire che qualcosa fa cagare…pero' a me AC3 come gioco √® piaciuto abbastanza, ed il finale l'ho trovato geniale, nessuna polemica, mi domando se ho qualcosa che non va ‚Ěď

    Vabb√®…sei su piangino-tribe e non dimenticare che in questo Thread sno presenti i pi√Ļ alti vertici del movimento piangino del tribe!

  15. Il Noumeno on

    Ho adorato il 2 e i suoi seguiti (sarebbe riduttivo definirli Spin-off, visto che portano avanti la trama sia di Ezio che di Desmond) il 3 invece beh, apparte il colpo di scena al terzo/quarto capitolo non mi ha detto niente..tanto pi√Ļ che quando ero vicino al finale l'ho mollato!

    Le battaglie navali carine ma alla terza missione mi hanno stancato. Inoltre mi hanno tolto (o almeno non sono riuscito a trovarlo io..) il minigioco nato col Brotherhood di far livellare gli assassini.

    Il 4 non l'ho mai giocato visto che il tema marinaresco non mi è mai piaciuto.

    Il periodo storico del 5 (o Comet o Unity o quel che sarà) non mi piace. Ritengo che le armi da fuoco siano troppo potenti per rendere una lama celata una grande arma com'era nell'1 e soprattutto nel 2. Penso che rimarrà sullo scaffale.

    Infine, per chi si lamentava del discorso del sondaggio, spezzo una lancia a favore della Ubisoft: l'ambientazione francese era vociferata gi√† dai tempi di Ac3..partendo dal presupposto che il sondaggio sia stato fatto dopo i programmatori avevano al tempo gi√† la sceneggiatura se non "pezzi" di gioco in cantiere. Vedrete che i 6 e 7 saranno ambientati in Giappone (stupendo!) e Russia (…meh!). Non avrei visto male un Ac ambientato in Cina ma vabb√®…

    Ps, e così chiudo: ma un Ac ambientato nel futuro? Stile post nucleare tipo Fallout.. :lalala:

  16. glenkocco on

    Ps, e così chiudo: ma un Ac ambientato nel futuro? Stile post nucleare tipo Fallout.. :lalala:

    c'√® gi√† fallout, appunto, che √® 1000 volte pi√Ļ figo :asd:

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.